Sabato 26 Maggio 2018 - 19:00

Morte Corazzin, sindaco San Vito al Tagliamento: "Verità per Rossella"

Parla Antonio Di Bisceglie, primo cittadino del Comune dove viveva la 17enne che, secondo la testimonianza del Angelo Izzo, sarebbe stata rapita e uccisa da un branco di giovani

Roberto Izzo in aula per deporre durante il processo per la strage di Piazza Loggia

"San Vito al Tagliamento si batterà per avere verità e giustizia sulla morte di Rossella Corazzin". Parola di Antonio Di Bisceglie, sindaco del piccolo Comune di 15mila anime, in provincia di Pordenone dove viveva la diciassettenne che, secondo la testimonianza del Angelo Izzo, sarebbe stata rapita e uccisa da un branco di giovani.

"La comunità è sgomenta per questa agghiacciante testimonianza - aggiunge il sindaco - Proprio dalle coetanee di Rossella è arrivata la proposta di dedicare a lei e alla lotta contro violenza e soprusi sulle donne un'iniziativa che promuoveremo presto". Angelo Izzo, uno dei tre massacratori di Donatella Colasanti e Rosaria Lopez, che sta scontando due ergastoli nel carcere di Velletri per altri due omicidi, ha raccontato ai magistrati la sua verità sulla morte di Rossella Corazzin, sparita il 21 agosto 1975 dai boschi di Tai di Cadore mentre era in vacanza con la famiglia. La minore, scelta secondo Izzo perché era vergine, fu seguita dalla banda di criminali romani, anche loro in vacanza in Cadore, per poi essere sequestrata e portata sul lago Trasimeno (Perugia). Lì sarebbe stata violentata da un branco di 10 uomini e uccisa.

Il fascicolo con le dichiarazioni di Izzo è arrivato a Perugia per competenza. "Tutti erano sconvolti - prosegue Di Bisceglie - perché all'epoca vissero questo dramma, a più riprese: prima la scomparsa della ragazza, poi la morte di crepacuore del padre, poi l'infinita e vana ricerca della verità da parte della madre, fino alla sua morte. Ora questa agghiacciante testimonianza riapre una ferita profonda. Le donne sono troppo spesso oggetto delle più ignobili volontà dell'uomo e questa vicenda ne è l'ennesima dimostrazione - conclude il sindaco -. Vogliamo vivere in una società in cui, al primo posto ci sia il rispetto reciproco. Anche le istituzioni devono combattere la violenza sulle donne".

Scritto da 
  • Alessandra Lemme
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Milano, cornicione caduto in via Manara

Presidente 118: "Vite a rischio con numero unico 112". Appello a Salvini e Giulia Grillo

Intervista a Mario Balzanelli: "Perché rischiare se l'Europa non ce lo chiede? Ogni minuto guadagnato permette più possibilità di salvezza"

Omicidio Varani, in appello pg chiede 30 anni di carcere per Foffo

Il 23enne morì a Roma il 4 marzo del 2016 dopo quasi due ore di sevizie inflitte dall'imputato e dal complice Marco Prato

Carabinieri sul luogo di un omicidio in Via Marx 495 a Sesto San Giovanni

Uscire da soli alla sera: un quarto degli italiani ha paura

I dati del'Istat sulle insicurezze dei cittadini. Meno della metà (44%) dichiara di sentirsi tranquilli per strada al buio

Panico tra la folla che assisteva alla finale di Champions Legaue tra Juve e Real Madrid in Piazza San Carlo

Torino, fatti di piazza San Carlo: chiesto rinvio a giudizio per Appendino

La decisione della procura coinvolge anche altri 14 indagati