Martedì 25 Ottobre 2016 - 19:15

Morta di parto a Catania, il marito: Avevo famiglia, ora non ho niente

Valentina Milluzzo è deceduta la scorsa settimana dopo un doppio parto abortivo al Cannizzaro

Morta di parto a Catania, il marito: Avevo famiglia, ora non ho niente

"Io oggi dovevo avere una famiglia, dovevo avere una moglie e una bambina. Ora non ho più niente. Ci sembra ingiusto che una persona entri in ospedale sana e piena di vita e ne esca morta". A 'La vita in diretta' parla Francesco Castro, marito di Valentina Milluzzo, morta la scorsa settimana dopo un doppio parto abortivo all'ospedale Cannizzaro di Catania.

Castro ha poi fornito la sua versione sulle ultime ore di vita della moglie, in contrasto rispetto a quanto emerso dall'indagine degli ispettori del ministero: "Quel giorno, il 29, ci viene detto che uno dei gemelli era un maschietto e l'altra una femminuccia. Poco dopo ci viene riferito del problema dell'utero aperto. Ci siamo precipitati per vedere cosa stesse succedendo, e abbiamo visto Valentina che si torceva del dolore. Io ho visto solo l'infermiera e le ho chiesto dove fosse il dottore. Lei ha risposto dicendo che il sabato e la domenica il medico non era disponibile".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Trasmissione tv "Night tabloid"

Con pistola portano via 20mila euro dal Twiga di Briatore e Santanché

Il bandito si sarebbe introdotto nel club dalla spiaggia e sarebbe scappato in macchina con un complice

Roma, maltempo con pioggia e nuvole

Meteo, nuvole e temperature in calo: le previsioni per il 20 e il 21 agosto

Tempo instabile soprattutto sul medio-basso Adriatico

Turisti e sicurezza in città'

Isis minaccia su Telegram: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

Lo riferisce l'organizzazione Usa Site. Il Viminale comunica di aver espulso due marocchini e un siriano per motivi di pericolosità sociale

Trovato cadavere carbonizzato in un prato vicino ad Aosta

Per il momento non è stato possibile identificare la vittima