Martedì 31 Maggio 2016 - 11:00

Morata pensa al Real: Mi piacerebbe tornare e trionfare a Madrid

L'attaccante della Juventus non nasconde la volontà di fare ritorno nella Liga

Morata pensa al Real: Mi piacerebbe tornare e trionfare a Madrid

"Tornare al Real Madrid? Chiaramente, è quello che mi piacerebbe. Questo è il mio desiderio, trionfare nel Real. Ma a Madrid ci sono grandi giocatori. E quello che voglio è giocare e sentirmi importante. L'anno prossimo giocherò nella squadra che più mi darà la possibilità di farlo". Alvaro Morata, attaccante della Juventus, parla così del suo futuro e della possibilità, sempre più concreta, di tornare con i Blancos che potrebbero esercitare l'opzione di 'recompra'. Quella a Torino "è stata un'esperienza positiva", ha spiegato il nazionale spagnolo in una lunga intervista ad 'As'. "Ho vinto tutto quello che si può vincere in Italia, più volte. Ho raggiunto la finale della Champions, ho fatto gol e sono cresciuto come giocatore e come persona. Credo di essere ormai un giocatore diverso da quello che lasciò il Real Madrid. Ma soprattutto ho dimostrato di poter giocare in una grande squadra, perché se valgo per la Juventus...".

Morata non nasconde che vorrebbe "si risolvesse tutto entro il 13 giugno, quando la Spagna giocherà la prima partita dell'Europeo. Perché è scomodo essere qui a pensare di aiutare il Paese con il telefono in mano. Vediamo cosa succede alla fine e dove giocherò". Il Real potrebbe girarlo in Premier, dove lo corteggiano Arsenal, United e Chelsea e lo ammette lo stesso Morata: "Ci sono alcune offerte che mi tentano dall'Inghilterra, non solo per il contratto. Credo che per le mie caratteristiche la Premier possa essere un grande traguardo. Non sto dicendo che voglio andare via dalla Juventus, una squadra di cui posso solo parlare bene. Dico che andare in Premier non sarebbe un passo indietro, anzi. Con quello che ho imparato in Italia, se avessi la possibilità di imparare qualcosa di più in Inghilterra mi renderebbe più completo. Ho 23 anni e quello che voglio è migliorare, giocare, imparare dai migliori e continuare a fare una bella carriera".

 

 Nell'attesa di conoscere il suo futuro, l'attaccante è atteso dal grande appuntamento in Francia: "Fare bene all'Europeo può cambiare l'intero scenario. Puoi non aver fatto la stagione migliore della tua vita, ma se fai un gol nella finale dell'Europeo ti guarda il mondo, tutte le situazioni vengono riformulate. Ma io non penso a questo - ha assicurato - penso ad aiutare la Spagna. Io sono un attaccante e tra le mie responsabilità c'è quella di segnare. Lo cerco per far vincere la mia squadra. Tutto il resto non dipende da me". "Forse l'Europeo è la migliore possibilità che ho avuto finora", ha sottolineato il bianconero. "Ma non lo prendo come una sfida personale, bensì come una sfida collettiva, di tutta la squadra. Sono solo uno, a condizione che Del Bosque mi includa nella lista dei 23". Quindi una battuta sulla finale di Champions vinta dal Real sull'Atletico: "Come l'ho vissuta? Con molta ansia e con grande gioia per il Madrid. Ma ho anche provato dispiacere per Koke, per Saul. Sono amici fin dall'infanzia".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Juventus vs Inter

Juventus-Inter finisce pari, Allegri: "Mancato gol, loro da scudetto"

Finita la partita è tempo di fare autoanalisi. Spalletti: "Grandissimo punto ma potevamo fare di più"

Juventus vs Inter

Cuadrado-Pjanic convincono, Perisic-Icardi in ombra: le pagelle di Juve-Inter

I voti ai giocatori in campo per il derby d'Italia

Juventus vs Inter

Serie A, l'Inter tiene, la Juve non sfonda e recrimina: 0-0 a Torino

Il derby d'Italia finisce in parità: la Juventus non ha vinto e l'Inter non ha perso

Juventus vs Inter

Serie A, Juventus-Inter finisce 0-0

Finisce 0-0 all’Allianz Stadium tra Juventus e Inter. I nerazzurri restano in testa alla classifica con 40 punti. La Juve raggiunge il Napoli a quota 38.