Martedì 04 Ottobre 2011 - 22:44

Moody's declassa il debito italiano

soldi

Roma, 4 ott. (LaPresse) - Moody's ha deciso il downgrade dei titoli di Stato italiani da Aa2 ad A2 con outlook negativo. La notizia ha scatenato immediatamente le polemiche. Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha commentato a tempo di record dalla sua pagina Facebook: "la notizia del declassamento di Moody's é una mazzata. L'Italia é meglio di quel rating, ma se non c'é un cambiamento la sfiducia rischia di tirarci a fondo". Getta acqua sul fuoco palazzo Chigi, che in una nota diffusa in serata fa sapere che "la scelta di Moody's era attesa. Il governo italiano - scrive l'esecutivo - sta lavorando con il massimo impegno per centrare gli obiettivi di bilancio pubblico. Quegli stessi obiettivi che sono stati oggi accolti positivamente e approvati dalla Commissione europea".

Alla base della decisione di declassare il debito italiano (la procedura, puntualizza l'agenzia era iniziata il 17 giugno scorso), c'è "l'aumento materiale dei rischi di lungo termine per i debiti sovrani dell'area euro con alti livelli di debito pubblico, come l'Italia". Pesano, sottolineano gli analisti, anche gli "aumentati rischi per la crescita economica dovuti alle debolezze macroeconomiche strutturali e a un indebolito scenario globale". Per l'Italia in particolare questo si traduce in una "crescente incertezza circa le possibilità del governo di raggiungere gli obiettivi di consolidamento fiscale".

"L'economia italiana - scrive Moody's - continua ad affrontare sfide significative dovute a debolezze economiche strutturali. Questi problemi - si legge nel testo - principalmente la bassa produttività e importanti rigidità del mercato del lavoro e dei prodotti, sono stati un impedimento a raggiungere un potenziale di crescita nei precedenti decenni e continuano a intralciare la ripresa dalla recessione del 2009".Per l'agenzia il rapporto debito/Pil raggiungerà il 120% alla fine di quest'anno, dal 104% che si registrava all'inizio della crisi globale. Tuttavia, precisa, "il rischio di default dell'Italia resta remoto".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Def, deficit/Pil in calo al 2% nel 2017: lotta agli sprechi

Def, il deficit/Pil in calo al 2% nel 2017: lotta agli sprechi

Prosegue il "percorso di consolidamento delle finanze pubbliche"

Draghi avverte: Decisori politici colgano occasione per fare riforme

Draghi avverte: Decisori politici colgano occasione per fare riforme

"Dobbiamo creare opportunità investimento per i risparmi"

Roma, incontro tra Governo e sindacati sulle pensioni e sul lavoro

Pensioni, accordo governo-sindacati. Poletti: 6 miliardi in 3 anni

Siglato il verbale dopo un incontro tra i sindacati e il ministero del Lavoro

Ferrovie, in arrivo 450 nuovi treni regionali

Ferrovie, in arrivo 450 nuovi treni regionali

Si tratta di un investimento per 4 miliardi