Sabato 07 Gennaio 2017 - 13:15

Montella: Bacca e Niang incedibili? Nemmeno io lo sono

Il punto dell'allenatore del Milan sul futuro: "Due mesi determinanti"

Montella: 2 mesi determinanti. Bacca e Niang incedibili? Nemmeno io lo sono

 "I prossimi due saranno i mesi determinanti, non solo per noi ma un po' per tutte le squadre. Al termine di febbraio capiremo i nostri reali obiettivi". Vincenzo Montella, allenatore del Milan, carica così la squadra in vista della seconda parte di stagione. I rossoneri sono reduci dal successo di Doha contro la Juventus: "Siamo tutti molto contenti per la vittoria in Supercoppa. È bello tornare a vincere", ha sottolineato il tecnico alla vigilia del match contro il Cagliari. "È fondamentale ricordarsi le sensazioni che abbiamo provato, per cercare di raggiungere gli obiettivi futuri, il raggiungimento dell'Europa League e la Coppa Italia". Montella è ottimista sulla riposta della squadra dopo la ripresa: "Iniziare è sempre molto difficile, perché puoi perdere abitudini e concentrazione. Ma ho fiducia, perché ho visto i ragazzi con la testa giusta questa settimana". Anche se le statistiche di gennaio non sembrano favorevoli all'ex attaccante: "Penso che ci sia anche il caso in questi dati, avrò questo mese per smentirli". Quanto agli avversari di domani, Montella ha commentato: "Sono felice di incontrare Rastelli in una sfida di Serie A. Il Cagliari è una squadra molto particolare. Stanno facendo un grande campionato, giocando le partite a viso aperto, in questo senso riescono sia a fare molti gol, ma anche a concederne. Soffrono un po' le sfide con le grandi, mentre negli scontri diretti hanno fatto molto bene. Sono una squadra molto pericolosa, soprattutto per il loro attacco. Noi dovremo portare avanti il nostro modo di giocare e i nostri principi". Sulle scelte per il centrocampo, ha aggiunto: "Bertolacci ha dato delle risposte importanti nelle ultime partite, giocando in ruoli diversi del centrocampo riuscendo a mantenere alto il livello della prestazione. Vediamo domani se giocherà o meno, però fino ad ora sono molto soddisfatto. Kucka? Ha subito una contusione al ginocchio operato in passato, quindi oggi prenderemo la decisione definitiva. Abbiamo tante soluzioni interne e tante gare da giocare. Cercheremo di non forzare".

NIANG E BACCA. "In uscita cercheremo di assecondare la volontà dei nostri giocatori. Non ci sono incedibili, nemmeno il sottoscritto". Montella affronta così le voci di mercato riguardanti Bacca e Niang. "Per quanto riguarda il mercato in entrata vediamo, nel caso ci fosse l'opportunità di migliorare la qualità della rosa non ci faremo trovare impreparati", ha spiegato il tecnico in conferenza stampa alla vigilia del match con il Cagliari. "I calciatori sono abituati a questo periodo di mercato e devono essere bravi nel rimanere concentrati solo sul campo. Credo che questi ragazzi abbiano già dimostrato ampiamente il loro valore, in termini di gruppo e di crescita di squadra". Tornando a parlare di Niang e Bacca, il francese "ha avuto una fase discendente per colpa di un virus. Ora l'ho visto bene, soprattutto di testa. Ha grande voglia", ha assicurato Montella. Quanto a Bacca "sta segnando poco, ma sono certo che tornerà ad avere la vena realizzativa cui ci ha abituato".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milan, Kalinic in arrivo. Montella: "Funzionale al nostro gioco"

Milan, Kalinic in arrivo. Montella plaude: "Funzionale al nostro gioco"

A breve l'annuncio alla vigilia della gara d'andata del playoff di Europa League contro i macedoni dello Shkendija

Milan battuto 2-1 dal Betis Siviglia in amichevole

Milan battuto 2-1 dal Betis Siviglia in amichevole, Var protagonista

Un gol annullato a Silva per fuorigioco e rigore agli andalusi per fallo di mano di Calhanoglu

Diego Costa più vicino al Milan: il Chelsea chiede 56 milioni

Diego Costa più vicino al Milan: il Chelsea chiede 56 milioni

I rossoneri sarebbero fiduciosi di poter convincere il giocatore a vestire la loro maglia