Lunedì 12 Dicembre 2016 - 10:15

Mondiali vasca corta, Paltrinieri e Di Pietro argento. Bronzo 4x50

"In questo momento non sono brillante, ma pensavo solo di nuotare un tempo inferiore", commenta l'olimpionico

Paltrinieri argento ai 13mi Campionati del mondo di nuoto (25mt) in Canada

Due argenti ed un bronzo illuminano l'ultima giornata di finale per i tredicesimi mondiali in vasca corta al Wfcu di Windsor. Scende dal trono mondiale dei 1500 stile libero Gregorio Paltrinieri che conquista l'argento, e abdica in favore del coreano Park Tae-Hwan che nuota in 14'15"51 il record dei campionati e terzo all time dopo il record del mondo di SuperGreg e il precedente dell'australiano Grant Hackett. Per il campione e primatista mondiale della distanza, che all'ultima edizione della rassegna iridata a Doha vinse il primo oro mondiale della carriera, chiusura in 14"21"94 dopo una gara che l'ha visto testa a testa fino agli 800 metri con il coreano. Nella stessa gara, Gabriele Detti chiude ottavo in 14"34"34.

Vola ancora Silvia Di Pietro. La velocista romana scende due volte sotto il record italiano, prima con la staffetta 4x50 stile libero, e poi nella gara individuale toccando in 23"90 (precedente 24"04 di Netanya 2015) conquistando il quarto argento della spedizione azzurra qui a Windsor. L'olimpionica Ranomi Kromowidjojo si conferma campionessa in questa specialità dopo l'argento nei 100 stile libero e vince l'oro in 23"60. Bene anche l'altra azzurra in gara, Erika Ferraioli che si piazza quinta di 24"04. Nella gara di apertura, arriva la quinta medaglia azzurra con il bronzo della 4x50 stile libero che vola in acqua e abbatte due record italiani. Silvia Di Pietro apre dal blocco e finalmente demolisce il suo primato italiano di 24"03 stabilito lo scorso anno a Netanya e tocca in 23"92, Ferraioli in 23"52 e Aglaia Pezzato in 24"06. Chiude Federica Pellegrini, che tocca in 24"11 chiudendo in 1'35"61. Oro al Canada col record dei campionati di 1'35"00, poi l'Olanda in 1'35"37. Nella gara regina della velocità tocca quinto Luca Dotto. Nei 100 stile libero infatti vince a sorpresa il lituano Bilis in 46"58. Per il velocista veneto un lusinghiero 46"95. Chiude infine col record italiano anche la staffetta 4x100 mista: Silvia Scalia (58"82), Martina Carraro (1'05"43), Silvia Di Pietro (56"38), Federica Pellegrini (52"95) sono settime in 3'53"58 battendo il precedente di 3'54"32 del 2014 ai mondiali di Doha. In totale sono sette le medaglie della spedizione azzurra (1 oro, 4 argenti e 2 bronzi). Superato così lo score di Doha 2014 che vide gli azzurri sei volte sul podio con 31 atleti contro 11 di quella canadese (peralto la seconda migliore della storia, solo dietro a Shanghai 2006 dove l'Italia conquistò 12 metalli).

PALTRINIERI: MOMENTO NON BRILLANTE. "In questo momento non sono brillante, ma pensavo solo di nuotare un tempo inferiore". Così Paltrinieri ha commentato l'esito della finale dei 1500 stile libero ai Mondiali di nuoto in vasca corta di Windsor, dove il carpigiano ha chiuso al secondo posto in 14"21"94. "Onore a Park Tae-Hwan perchè comunque ho perso contro un campione olimpico che qui è in gran forma", ha spiegato l'azzurro. "Lui ha finalizzato questo appuntamento e lo dimostra il triplo oro vinto nello stile libero (200, 400 e 1500 stille libero ndr). Ho provato ad andare un via e vedevo che lui era più brillante di me. Poi l'ho seguito, ma a metà percorso ero completamente cotto. La gara non è andata come volevo. Comunque un tempo da 14"15 non ce l'avevo". "Pian piano rinizierò con i miei carichi di lavoro, e comunque - ha aggiunto Paltrinieri - resta la soddisfazione di un argento mondiale dimostra sempre che la base c'è ed è un punto di partenza per la nuova stagione in lunga dove dovrò difendere il titolo vinto a Kazan". Ottavo, in 14"34"34, Gabriele Detti: "Lo scorso anno a Netanya ero in altra condizione - ha commentato - purtroppo abbiamo nuotato poco in questi tre mesi. Ora mi metterò sotto per ritrovare forma e condizione per la stagione in vasca lunga".

PELLEGRINI: GRUPPO SU CUI PUNTARE. "Era una staffetta difficile perchè questa mattina siamo entrate più o meno tutte sullo stesso tempo. Siamo contente, è stato bello e poi vincere una medaglia in tre staffette su tre per ora è una grande soddisfazione". Così Federica Pellegrini ha commentato la vittoria del bronzo della 4x50 stile libero azzurra ai Mondiali di nuoto in vasca corta di Windsor. "Anche il record italiano nella staffetta 4x100 mista dimostra come questo sia un gruppo unito su cui puntare", ha spiegato la veneta, che ha nuotato insieme a Silvia Di Pietro, Erika Ferraiuoli e Aglaia Pezzato. "Mi godo un campionato dove sono riuscita a chiudere un ciclo sportivo, vincendo un oro bellissimo (nei 200 sl, ndr), soprattutto ottenuto in vasca corta che non mi è mai stata congeniale".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Morte del nuotatore Dall'Aglio: un indagato per omicidio colposo

Morte del nuotatore Dall'Aglio: più indagati per omicidio colposo

Il 24enne azzurro della Nazionale era in palestra da solo

Morto Dall'Aglio: il nuotatore azzurro aveva solo 24 anni - Foto tratta dal profilo Facebook

Morto Dall'Aglio: il nuotatore azzurro aveva solo 24 anni

Il giovane di Montecchio avrebbe avuto un malore mentre era in palestra

Nuoto, Coppa del mondo vasca corta Mosca: Pellegrini vince 400 sl

Nuoto, Coppa del mondo vasca corta Mosca: Pellegrini vince 400 sl

Ai piedi del podio nei 100 farfalla Matteo Rivolta

17th FINA World Aquatics Championships - Le gare del 26 Luglio

Nuoto, Pellegrini: Basta 200, sarà strano ma non torno indietro

La campionessa veneta torna sul trionfo ai Mondiali di Budapest e sulla decisione di cambiare specialità