Martedì 05 Settembre 2017 - 23:15

Mondiali 2018, l'Italia rialza la testa: con Israele basta Immobile-gol

L'Italia vince 1-0 contro Israele e blinda il secondo posto nel Gruppo G

2018 World Cup Qualification - Italia vs Israele

Servono 45 minuti all'Italia per dimenticare l'incubo di Madrid e battere Israele. Gli azzurri piegano solo nella ripresa la formazione di Levy grazie a una rete di testa di Immobile. Un 1-0 che basta a Buffon e compagni per blindare il secondo posto nel Gruppo G, complice il pareggio dell'Albania in casa della Macedonia (1-1) che proietta la Nazionale a più cinque sul terzo posto, mentre la Spagna (7-0 al Lichtenstein) resta avanti di tre lunghezze.

Dopo un primo tempo avaro di occasioni, con un'Italia confusa e ancora con la testa alla partita persa al Bernabeu, la squadra di Ventura si è ritrovata nella ripresa. Segnando un gol, creando molto ma rischiando anche qualcosa. Il risultato sorride agli azzurri, ma dal punto di vista del gioco e dei sincronismi in campo l'ex allenatore del Torino è chiamato a un superlavoro in vista del playoff per andare al Mondiale. Cambi in difesa a parte - Conti prende il posto di Spinazzola con lo spostamento di Darmin sulla corsia mancina e Astori subentra allo squalificato Bonucci - Ventura conferma in blocco la formazione, modulo 4-2-4 incluso, scesa in campo contro la Spagna. L'avvio degli azzurri fa ben sperare. Dopo neppure un giro di lancette Belotti sciupa una bella palla-gol calciando a lato di prima intenzione all'altezza del dischetto dopo l'ottimo lavoro sull'out sinistro di Insigne e Darmian. L'occasione capitata sui piedi del 'Gallo' non si rivela però che un lampo del buio.

L'Italia del primo tempo di Reggio Emilia ricalca quella spenta e impacciata annichilita al Santiago Bernabeu dalle Furie Rosse. La manovra è lenta e macchinosa, davanti gli attaccanti si muovono poco e male mentre dietro Buffon è costretto in un paio di occasioni a intervenire salvando i suoi. Prima, al 25', sul tiro di Shechter (che era però in posizione di fuorigioco) poi al 41' sulla pregevole iniziativa di Cohen, che spacca in due la retroguardia azzurra con un taglio centrale per poi concludere appena fuori area. L'Italia si fa vedere nuovamente in chiusura di frazione con un tiro da due passi di Insigne, respinto coi piedi da Harush. Troppo poco per evitare i fischi del 'Mapei Stadium' all'intervallo.

Nella ripresa gli azzurri lasciano negli spogliatoi le paure di Madrid. Ed è tutta un'altra Italia. Al 3' Ben Haim si immola sul tentativo da fuori area di De Rossi a portiere battuto. Un minuto dopo Darmian fa partire un traversone interessante dalla sinistra, Immobile sbuca sul secondo palo e manda a lato. I padroni di casa rispetto al primo tempo sono molto più pericolosi e al 7' sbloccano il risultato. Volata di Candreva sulla destra, cross al bacio sul palo opposto per il colpo di testa vincente di Immobile. Il gol si rivela un toccasana per gli azzurri, che si scrollano di colpo di dosso le insicurezze post-Spagna e creano i presupposti per segnare in più occasioni il raddoppio, anche grazie al positivo ingresso in campo di Zappacosta al posto dell'infortunato Conti. Proprio il neo giocatore del Chelsea al 15' non arriva di un soffio sull'invito di Insigne dalla corsia opposta. L'ex terzino è provvidenziale anche in fase difensiva, con un recupero decisivo al 20' su Ben Haim II lanciato a rete. Al 23' Natcho salva sulla botta da fuori del solito Zappacosta, mentre un minuto dopo Harush smanaccia il colpo di testa un po' troppo centrale di Belotti. Il duello tra i due si rinnova al 31': anche questa volta il portiere di Israele para di piede tenendo aperta la partita. L'Italia appare in controllo ma nel finale al 40' rischia grosso, con Astori che scivola e in contropiede lascia campo aperto a Ben Haim II. Il suo pallonetto però viene disinnescato da Buffon. L'Italia c'è, batte Israele e 'vede' i playoff. Per ora, può bastare così.
 

Scritto da 
  • Alberto Zanello
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

(SP)ITALY-GENOVA-SERIE A-SAMPDORIA VS JUVENTUS

Juve, col Barça si deve cambiare: tattica, interpreti, atteggiamenti

I bianconeri nel match di Champions di mercoledi hanno il dovere morale di andare oltre se stessi

CONI - Stati Generali dello sport italiano

Malagò: "Potrebbe anche non esserci commissario Figc"

Il presidente del Coni mette in dubbio l'ipotesi circolata lunedì dopo le dimissioni forzate di Tavecchio

FIGC President Carlo Tavecchio gestures during a news conference in Rome

"Molestata da Tavecchio nel suo ufficio". La denuncia di una dirigente sportiva

La donna ha raccontato al Corriere diversi episodi e ha detto di avere le prove video e audio. Figc verso il commissariamento

Lazio - Napoli

Napoli, Sarri e la Champions League: "Con lo Shakhtar conta solo vincere"

Gli azzurri si preparano al tutto per tutto contro gli ucraini: dovranno vincere senza subire reti o con due gol di scarto