Domenica 05 Novembre 2017 - 22:00

Harry Dreyfuss accusa Spacey: Mi toccò davanti a mio padre

Un'altra accusa per l'attore di House of Cards: questa volta arriva dal figlio di Richard Dreyfuss

FILE PHOTO: Cast member Spacey poses at the premiere for the second season of the television series "House of Cards" at the Directors Guild of America in Los Angeles

Nuove accuse di molestie contro Kevin Spacey. L'attore Harry Dreyfuss, figlio del premio Oscar Richard Dreyfuss, ha raccontato a BuzzFeed che durante un incontro nel 2008 a Londra, quando aveva 18 anni, Spacey gli toccò i genitali davanti al padre che, all'epoca, stava lavorando in una produzione teatrale dell'Old Vic, il teatro di Londra di cui lo stesso Spacey è stato direttore artistico dal 2003 al 2015.

"È accaduto una notte quando sono venuto a trovare mio padre a Londra per le vacanze di Natale. Noi tre eravamo soli nell'abitazione di Kevin che stava dettando le linee guida a mio padre. Mio padre non ha visto nulla, e non gli ho raccontato dell'incidente per molti anni", ha spiegato Dreyfuss. L'attore ha concluso: "Mentre scrivo questo, dieci persone, tra cui l'attore Anthony Rapp, hanno avanzato le proprie accuse che indicano un modello: Kevin Spacey è un predatore sessuale".

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Premiere di "The Promise" a Los Angeles

Molestie, una fan accusa Stallone ma lui nega: "Storia ridicola e falsa"

La donna ha dichiarato che, nel 1986, l'attore la costrinse ad avere un rapporto sessuale a tre

Molestie, accuse a Sylvester Stallone: fan 16enne costretta a rapporto a tre

La violenza - riporta il Daily Mail - sarebbe avvenuta in un albergo di Las Vegas nel 1986, quando l'attore lavorava ad 'Over the Top'

Kevin Spacey allegations

Molestie, teatro Old Vic Londra: 20 testimonianze contro Kevin Spacey

L'attore ne è stato il direttore artistico dal 2004 al 2015

Accuse a Brizzi, la moglie lo difende: "Per me sono solo voci"

Non la pensa così Asia Argento, che su 'Oggi' dichiara: "Non l'ho mai conosciuto ma sono dalla parte delle vittime. Non si può dubitare di dieci ragazze che raccontano lo stesso modus operandi"