Martedì 28 Novembre 2017 - 13:00

Modena, ragazzo morto nascosto in valigia: si consegna ultimo ricercato

La polizia ha deciso di non precedere al fermo ma di denunciarlo soltanto a piede libero

Donna trovata morta in avanzato stato di decomposizone

Si è presentato nella notte in questura a Prato, accompagnato dal suo legale. Si è costituito il quinto e ultimo minorenne cinese, residente nella città toscana, ricercato dalla squadra mobile in relazione all'omicidio di Hu Congliang, lo studente di 20 anni, anch'egli di origine cinese, che sabato scorso è stato trovato morto in camera sua dentro una valigia, all'interno di un appartamento in piazza Dante, a Modena, a ridosso della stazione ferroviaria.

La polizia ha deciso di non precedere al fermo ma di denunciarlo soltanto a piede libero forse in relazione al suo ruolo marginale rispetto all'accaduto.

Nel carcere minorile fiorentino sono invece finiti altri quattro minorenni cinesi, due sedicenni e due diciassettenni, anche loro residenti a Prato, sospettati dell'omicidio del ventenne di Modena. Per tutti e quattro, e per il quinto che si è consegnato questa notte in questura, la procura di Modena procede per l'ipotesi di reato di omicidio volontario pluriaggravato.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Calabria, ucciso a colpi di pistola in spiaggia a Nicotera Marina

Omicidio in spiaggia a Nicotera: si costituisce presunto killer

Francesco Timpano era stato freddato in un noto lido balneare il 12 agosto scorso

THEMENBILD, Tourismus am Mont Blanc

Muore alpinista italiano sul Monte Bianco. Saliva in solitaria non assicurato

La tragedia sulle Grandes Jorasses. Caduta di 600 metri. Due vittime domenica sul versante svizzero del Cervino

Maltempo in Calabria, escursionisti travolti dalla piena di un torrente: 10 morti

Tragedia nelle gole del Raganello a Civita di Castrovillari (Cosenza). Si cercano i dispersi, 23 salvati

Crollo ponte Genova: posizionato georadar che monitora i tronconi

Il Procuratore Cozzi: "Inchiesta lunga. Non escluse concause geologiche o sismiche"

Parla a LaPresse il capo della Procura di Genova. Esclusa la questione del meteo. Autorizzate rimozioni. Imprevedibilità? "No, un ponte è fatto per stare in piedi"