Venerdì 11 Marzo 2016 - 19:30

Minoranza Pd a Perugia: No scissione ma senza sinistra partito salta

Bersani: Non serve rottamarci, siamo con entrambi i piedi nel partito

Minoranza Pd a Perugia: No scissione ma senza sinistra partito salta

"Nessun ragionamento sulla scissione del Pd. Il Pd è un soggetto politico di centrosinistra, nato per essere un partito di centrosinistra del terzo millennio. Se qualcuno pensa che si può fare a meno della sinistra, snatura il progetto e fa saltare il Pd". Queste le parole di Nico Stumpo al raduno della minoranza Pd a Perugia. "Lo dico con convinzione e non per fare pubblicità: il Pd è la più grande speranza del nostro Paese", ha detto invece Roberto Speranza aprendo la tre giorni della minoranza Pd a San Martino in Campo, "fuori dal Pd la fotografia è data quel terzetto lì, da Grillo, Salvini e Berlusconi e dai loro populismi. La sfida che stiamo costruendo è dentro il Pd: noi siamo con tutti e due i piedi nel Pd. Noi lottiamo perché il Partito democratico non sia la voce di uno solo o una sommatoria di comitati elettorali. Il Pd troppo spesso ha aperto le porte girevoli del trasformismo". "Non c'è bisogno di rottamare noi, perché la nostra generazione non ha niente da chiedere. Chiedimi solo chi sono i Beatles... Siamo con tutti e due i piedi nel Pd", ha detto invece nel corso del suo intervento l'ex segretario dem Pier Luigi Bersani.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

M5S, Appendino: Io premier? No, faccio la sindaca

M5S, Appendino: Io premier? No, faccio la sindaca

"Elezione mia e di Raggi svolta per il Paese sulle pari opportunità"

M5S: Renzi schizofrenico, spersonalizza referendum per mantenere poltrona

M5S: Renzi schizofrenico, spersonalizza referendum per mantenere poltrona

"Sembra come quei giullari di corte che allietano le serate dei potenti"

Campidoglio, Tutino: Io vittima di una lotta tra bande nel M5S

Campidoglio, Tutino: Io vittima di una lotta tra bande nel M5S

Niente assessorato al Bilancio per l'ex consigliere della Corte dei Conti