Lunedì 27 Febbraio 2017 - 13:45

Mina Welby: Grazie a Fabo per battaglia, ora una buona legge

"Mi spiace che non abbia avuto la fortuna di poterlo fare in Italia"

Mina Welby: Grazie a Fabo per la battaglia, ora una buona legge

"Stavo vicino a Pier Giorgio e ho accettato quello che mi chiedeva. E' stata, lo vedevo, una liberazione per lui. Ero tranquilla per questo". Lo ha detto a RaiNews24 Mina Welby, commentando il caso di Dj Fabo. "Sono contenta - ha aggiunto - che Fabo abbia avuto la sua morte secondo le regole della Svizzera. Mi spiace che non abbia avuto la fortuna di poterlo fare in Italia".

"Faccio appello al Parlamento - ha concluso - perché possa pensarci e fare una buona legge sulle scelte della fine vita, sulle disposizioni anticipate per i trattamenti. Lo chiedo con forza e animo grato a Fabo per aver fatto questa battaglia".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Roma, XI Convegno in ricordo di Marco Biagi

Dl dignità, Cazzola: "Nessuna manina, tutto già nel testo. È autorete Di Maio"

Il giuslavorista ed ex parlamentare del Pdl sul sospetto sollevato da Di Maio che nell'Inps qualcuno avesse cambiato le previsioni sulle perdite dei posti di lavoro (passate da 8mila a 80mila nella relazione tecnica)

Luigi Di Maio e Vincenzo Boccia ospiti di "Bersaglio Mobile"

Dl dignità, Boccia: "Bene incentivi assunzioni, attendiamo proposta"

Il presidente di Confindustria apre alle modifiche al decreto, ma conferma l'opposizione degli industriali alla stretta sui contratti a termine

TOPSHOT-LIBYA-EU-MIGRANTS-RESCUE

Migranti, Open Arms denuncia: "Libia lascia morire donna e bambino in mare". E attacca l'Italia

Salvini replica: "Da ong bugie e insulti, porti italiani chiusi". Quattro persone disperse dopo tuffo dal barcone, fermati gli scafisti

Migranti, Ue stoppa Salvini su porti in Libia. Sì alla mediazione Conte

La Commissione spinge per "soluzioni europee" e maggiore cooperazione tra gli Stati. No categorico sulla possibilità di riconoscere i porti libici come sicuri