Mercoledì 21 Febbraio 2018 - 11:45

Militante Fn aggredito a Palermo, perquisizioni e antagonisti in Questura

Sono scattati i controlli in uno studentato e in alcune abitazioni, riconducibili ad ambienti di sinistra

Milano, Comizio Forza Nuova e Fiamma Tricolore

Perquisizioni della Digos di Palermo nella notte. I controlli hanno riguardato in particolare uno studentato del capoluogo e alcune abitazioni, riconducibili ad ambienti dell'antagonismo di sinistra, dopo l'aggressione al responsabile provinciale di Forza Nuova, Massimo Ursino.

Le perquisizioni hanno consentito di rinvenire e acquisire oggetti di interesse investigativo. Alcune persone sono state portate in Questura e le loro posizioni sono adesso al vaglio degli investigatori.

Ursino martedì sera è stato pestato in strada attorno alle 19 in via Dante. Il gruppo di aggressori, con il volto coperto, avrebbe circondato il militante di estrema destra, che era appena uscito dal laboratorio di tatuaggi in cui lavorava, e lo avrebbe legato mani e piedi con nastro adesivo e poi colpito a sangue. 

Loading the player...
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Lifeline ancora in attesa: "Aiutateci". Malta: "Si allontani per evitare escalation"

La nave in mare senza indicazioni su dove attraccare: "Abbiamo bisogno di farmaci e coperte". Roma dice no, La Valletta attacca l'ong: "Hanno violato le regole"

Milano, cornicione caduto in via Manara

Presidente 118: "Vite a rischio con numero unico 112". Appello a Salvini e Giulia Grillo

Intervista a Mario Balzanelli: "Perché rischiare se l'Europa non ce lo chiede? Ogni minuto guadagnato permette più possibilità di salvezza"

Omicidio Varani, in appello pg chiede 30 anni di carcere per Foffo

Il 23enne morì a Roma il 4 marzo del 2016 dopo quasi due ore di sevizie inflitte dall'imputato e dal complice Marco Prato