Domenica 03 Gennaio 2016 - 19:00

Milano, stop ad auto Euro3 Diesel senza filtro Fap

Deciso lo stop dei veicoli senza filtro anti-particolato

Stop ai veicoli senza filtro anti-particolato.JPG

Per tutta la giornata di oggi, 3 gennaio, a Milano saranno applicate le misure anti-smog disposte nel 2012 dall'allora provincia, oggi Città metropolitana, cui il Comune di Milano aveva aderito con l'ordinanza 6/2012, previste in caso di superamento per dieci giorni consecutivi della soglia media giornaliera di 50 microgrammi per metro cubo di PM10. Lo comunica, in una nota, Luceverde, il servizio di infomobilità del Comune di Milano. Le misure applicate sono le seguenti: divieto di circolazione in tutto il territorio cittadino per i veicoli diesel Euro 3 senza filtro anti-particolato dalle 8.30 alle 18 se privati, dalle 7.30 alle 10 se commerciali.

Sono previsti anche interventi sui riscaldamenti con la diminuzione di 1 grado centigrado, da 20 a 19 gradi, in quanto la legge prevede 2 gradi di tolleranza, delle temperature dell'aria degli edifici e della durata di accensione degli impianti, con una riduzione di due ore, da 14 a 12. Sempre sul fronte temperature, sarà chiesto agli esercizi commerciali di non fare uso di dispositivi che, al fine di favorire l'ingresso del pubblico, consentano di tenere aperte le porte di accesso ai locali. Infine, saranno potenziati i controlli sui veicoli in circolazione, anche attraverso l'utilizzo di opacimetri che verificheranno i gas di scarico.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Piogge e temporali sparsi: il meteo del 25 e 26 giugno

Le previsioni dell'aeronautica militare

Basta plastica usa e getta e protezione delle tartarughe: ecco i lidi amici del mare

La tutela del mare passa anche dagli stabilimenti balneari che si mettono in prima linea nella lotta all'inquinamento

LIBYA-EUROPE-MIGRANTS-NGO-AQUARIUS

Sette barconi con mille migranti davanti alla Libia, Proactiva Open Arms: "Italia rifiuta nostro aiuto"

Barcellona si offre come poro sicuro mentre la Lifeline invita Salvini a bordo. Mailbombing sul sito della guardia costiera: "Riprendete i soccorsi"