Giovedì 29 Giugno 2017 - 18:30

Milano, vigile uccide un suo superiore e si toglie la vita

E' accaduto negli uffici della polizia locale di San Donato Milanese

Tragedia nel milanese, vigile spara al suo superiore e si toglie la vita: morti entrambi

Tragedia vicino Milano. Un agente della polizia locale di San Donato Milanese di 52 anni ha sparato al petto al suo vicecomandante, 49 anni, e poi ha rivolto l'arma verso di sé per togliersi la vita. All'origine dell'episodio, secondo quanto si apprende, un attrito fra i due. E' successo intorno alle 15 di oggi all'interno degli uffici della polizia locale nella cittadina alle porte di Milano. I due sono morti dopo essere stati ricoverati in condizioni disperate, uno al Policlinico di Milano e l'altro in ospedale a San Donato.

A sparare è stato Massimo Schipa. La vittima è Massimo Iussa, 49 anni. Le indagini sul caso sono state affidate ai carabinieri di San Donato, che stanno passando al vaglio le immagini delle telecamere di sorveglianza e verificando le testimonianze. Gli investigatori stanno appurando se alla base della lite da cui è scaturito il gesto ci siano dissidi relativi all'assegnazione dei turni di lavoro.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, auto in un canale: un morto e tre dispersi

Milano, auto nel canale dopo gita sull'Adda: 3 morti, bimbo disperso

E' successo a a Truccazzano, vittima un cinquantenne dell'Ecuador. Non si trova anche un bimbo

Barcellona, tra le vittime Bruno Gullotta di Legnano: aveva 35 anni

Barcellona, Bruno Gulotta aveva 35 anni: travolto davanti ai bimbi

Era in vacanza con la famiglia ed era responsabile del marketing e delle vendite di Tom's Hardware Italia

Ubriaco e al cellulare tampona e uccide giovane: arrestato

Ubriaco e al cellulare tampona e uccide giovane: arrestato VIDEO

La patente gli era già stata ritirata per guida in stato di ebbrezza. La pm ha chiesto la custodia cautelare in carcere

Incendio Ditta smaltimento rifiuti

Pompiere piromane appiccava roghi per intervenire per primo

Dopo il caso a Ragusa, un nuovo arresto a Pavia per incendio doloso e truffa aggravata. Accertamenti ancora in corso