Mercoledì 28 Settembre 2016 - 19:30

Milano, si costituisce pirata della strada: è un sottufficiale dell'aeronautica

Si tratta di un italiano nato nel 1989: nel weekend ha investito due ragazze

Milano, si costituisce pirata della strada: è un sottufficiale dell'aeronautica

 Si è costituito questo pomeriggio al Commissariato di via Poma a Milano - atteso dagli uomini dell'Unità investigativa speciale della polizia locale - l'uomo, un italiano nato nel 1989, che alla guida della Nissan Qashqai nella notte tra sabato e domenica scorsi ha investito due ragazze che viaggiavano su un motorino presso piazzale Cantore:  è un militare. Secondo quanto si apprende sarebbe un sottufficiale dell'aeronautica. Si è presentato negli uffici della polizia locale insieme ai suoi legali.
 

"Sono molto soddisfatta per le capacità dimostrate dalla polizia locale nel corso delle indagini - ha dichiarato in una nota l'assessora alla Sicurezza Carmela Rozza -. Il fatto che si sia consegnato alle forze dell'ordine permette all'uomo di recuperare almeno la dignità, al di là delle pesanti responsabilità per l'omissione di soccorso. Ringrazio infine i cittadini che in queste ore ci avevano inviato segnalazioni al riguardo".

"L'appello pubblico e l'attività investigativa - ha aggiunto in una nota Antonio Barbato, comandante della polizia locale di Milano - hanno esercitato una forte pressione intorno all'uomo, costringendolo di fatto a costituirsi. E' il giusto epilogo della vicenda. Da parte nostra ricordiamo come l'omissione di soccorso rappresenti un comportamento intollerabile oltre che un grave reato".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco: Il denaro sporco è insanguinato, i mafiosi si fermino

Papa Francesco: Il denaro sporco è insanguinato, i mafiosi si fermino

Ricevuti in udienza i membri della direzione antimafia e antiterrorismo

Regeni, il sindacalista chiese soldi a Giulio per incastrarlo: le prove in un video

Regeni, il sindacalista chiese soldi a Giulio per incastrarlo: le prove in un video

Nel filmato la conversazione tra il ricercatore e Mohamed Abdallah, l'uomo che lo denunciò alla polizia