Venerdì 22 Aprile 2016 - 11:30

Milano, scoperta clinica degli orrori: un arresto /VIDEO

Secondo le indagini gli operatori picchiavano i pazienti con la pala utilizzata per pulire gli escrementi e li torturavano

Milano, scoperta clinica degli orrori: un arresto, tre persone indagate

Soprusi e maltrattamenti in una casa di cura per pazienti psichiatrici a Milano. Questa l'ennesima tragica scoperta - dopo casi analoghi in centri di riabilitazione e strutture psichiatriche - che emerge da un'indagine della polizia di Stato. L'operazione ha portato all'arresto in flagranza di una persona. Altre 3 persone sono state indagate in stato di libertà.

Loading the player...

L'arrestato è un operatore sanitario peruviano di 53 anni che da almeno dieci lavorava nella casa di cura dell'Asl a Comasina, quartiere di Milano. È finito in manette in flagranza ad aprile 2015 e immediatamente licenziato, ed è stato condannato in primo grado a 4 anni ai domiciliari. In questi giorni sono stati licenziati altri 3 suoi colleghi, sempre peruviani tra i 50 e i 60 da dieci assunti nella struttura, indagati a piede libero sempre per maltrattamenti. Picchiavano i pazienti con la pala utilizzata per pulire gli escrementi, e torturavano gli anziani e le persone affette da problemi psichiatrici con i 'pappagalli'. Ad accorgersi che qualcosa non andava sono stati i familiari degli ospiti, insospettiti dai lividi e dalle ferite sui corpi dei parenti. Ed è stata la direzione sanitaria, a fine 2014, a rivolgersi alla polizia.

Inizialmente la polizia aveva installato delle telecamere in differita, riprendendo i maltrattamenti: i pazienti venivano spintonati sulle carrozzine, picchiati e insultati mentre andavano in bagno. Vista la gravità delle immagini riprese, con le urla dei pazienti e i soprusi degli operatori sanitari, il pm ha permesso di installare delle videocamere che riprendevano in diretta, arrestando ad aprile 2015 in flagranza il 53enne peruviano che immediatamente ha perso il lavoro. Le telecamere all'interno della casa di cura sono state rimosse il giorno del suo arresto. La polizia riferisce che gli altri tre operatori, invece, hanno continuato a lavorare per tutto l'anno successivo, fino a qualche giorno fa, con i pazienti della struttura.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Maltempo, il fiume Enza rompe gli argini e allaga la frazione di Brescello

Il tempo migliora, scendono i fiumi e si contano i danni. In arrivo altre due perturbazioni

Ancora qualche zona in allarme rosso. Nel weekend, però arrivano pioggia, neve a bassa quota e tanto freddo

Trenord, deraglia un treno nei pressi della stazione di Pioltello

Attraversano al passaggio a livello, travolti due anziani a Cesano Maderno

Marito e moglie di 78 e 75 anni. Le sbarre erano abbassate. Forse lui ha perso il cappello e lei si è chinata a raccoglierlo mentre arrivava il treno

Corteo del movimento di destra Forza Nuova nellle vie del quartiere EUR

Riorganizzazione fascista: perquisiti militanti di estrema destra a Varese

Lo scorso novembre il movimento Do.Ra ha commemorato con i colori della bandiera nazista per i morti dell'esercito tedesco, e non era la prima volta

Silvio Berlusconi incontra i cittadini ai gazebi di Forza Italia a Milano

Uccise un ladro a colpi di pistola: archiviata accusa di omicidio

L'episodio risale all'ottobre 2015. La vittima era un 22enne albanese. Il giudice: "È stata legittima difesa"