Venerdì 10 Novembre 2017 - 08:15

Sasso sfonda il parabrezza: donna muore per lo choc. E' caccia al responsabile

E' accaduto a Cernusco sul Naviglio, deceduta per arresto cardiaco. La pietra sarebbe stata lanciata da un terrapieno

Una donna di 62 anni, Nilde Caldarini, è morta nella notte dopo che l'auto su cui era a bordo è stata colpita da un sasso. E' successo verso le 23.30 di giovedì a Cernusco sul Naviglio, lungo la strada provinciale 121 alle porte di Milano. A causa dello choc la passeggera ha avuto un malore, ed è andata in arresto cardiaco. Secondo la prima ricostruzione, il masso di calcestruzzo da 1,2 chili è stato lanciato da un terrapieno di 5-6 metri e ha infranto il parabrezza.

La vittima viaggiava su una Opel Astra in direzione Carugate, assieme ad altre quattro persone, rimaste illese. Stavano rincasando da un incontro spirituale, che si è svolto ieri a Pontirolo Nuovo in provincia di Bergamo. Sul caso indagano i carabinieri di Cassano d'Adda. La pm di Milano Silvia Bonardi ha aperto un'inchiesta per l'ipotesi di morte in conseguenza di altro reato. "Confido che le indagini delle forze dell'ordine, ora in corso, possano chiarire al più presto quanto accaduto", afferma il sindaco di Cernusco sul Naviglio, Ermanno Zacchetti.

La donna, residente a Cernusco e madre di una trentenne, è spirata mentre veniva portata in ambulanza all'ospedale San Raffaele. Era seduta a fianco del conducente, sul sedile anteriore nel lato passeggero. Alla guida c'era un quarantenne, mentre sui posteriori viaggiavano due donne e un uomo. La pietra ha perforato il vetro ed è caduta all'interno dell'auto. I militari dell'Arma l'hanno recuperata sotto i sedili. Nessuno è rimasto ferito, ma per Nilde l'infarto è stato letale.

A chiamare i soccorsi è stato il conducente della Opel Astra, che ha fermato il mezzo dopo una cinquantina di metri. Le manovre di rianimazione sono durate inutilmente mezz'ora. Sia l'automobile che il sasso sono stati sequestrati, e sul cadavere è stata disposta l'autopsia. Nel pomeriggio la pm Bonardi ha svolto un sopralluogo sul luogo dell'incidente. I carabinieri stanno passando al setaccio le abitazioni alle spalle del terrapieno.

Il fatto è avvenuto in un'area residenziale, un quartiere dormitorio circondato da terreni agricoli, serre e piste ciclabili. Dietro la spalletta, ricoperta d'erba, c'è un parcheggio, delimitato da una strada di ghiaia e ciottoli. "Ho appreso della grave tragedia accaduta questa notte che ha visto coinvolto un veicolo su cui viaggiavano alcune persone lungo la SP 121 nel tratto che insiste sul nostro territorio", commenta il sindaco Zacchetti, che ha espresso "vicinanza alle famiglie coinvolte"

Loading the player...
Scritto da 
  • Ester Castano
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Villa D'Almè, donna muore a causa di uno sparo: gli accertamenti dei Carabinieri

Bergamo, donna freddata con un colpo di pistola in hotel dal compagno

Lui ha confessato. La coppia era arrivata in albergo la sera prima

Milano, processo a carico di Alexander Boettcher e Martina Levato

La Cassazione conferma: il figlio della coppia dell'acido si può adottare

Il bambino nato a Ferragosto del 2015 deve essere cresciuto da un'altra famiglia, soprattutto tenendo conto della "lunga detenzione" che aspetta la madre e il padre

Milano, ragazza violentata con la droga dello stupro: 3 arresti

A nove mesi dall'aggressione i tre colpevoli in manette