Mercoledì 21 Dicembre 2016 - 09:30

Milano, Sala: Ingiusto essere indagati e saperlo dai giornali

"L'autosospensione è servita a capire l'iniziativa della Procura"

Milano, Sala: Ingiusto essere indagati e saperlo dai giornali

"Non è normale apprendere di essere indagato dai giornali, soprattutto mentre stai facendo un lavoro di responsabilità in nome della collettività. So bene che non è la prima volta, ma non voglio arrendermi al fatto che diventi normale". Il sindaco di Milano Giuseppe Sala va all'attacco in un'intervista al quotidiano Repubblica. L'autosospensione, spiega, è servita a "comprendere l'iniziativa della Procura generale e verificare se ci sono altre questioni aperte oltre a quella per cui ho scoperto di essere indagato. I miei avvocati hanno fatto questa verifica, e non risulta altro".  Sala dice di aver ricevuto una chiamata del premier Gentiloni al quale ha chiesto di recarsi a Milano. "Sono preoccupato, molto", sottolinea il sindaco, "più della politica mi preoccupa la burocrazia. Veniamo da mesi di vuoto pre-referendario, non vorrei si sprofondasse subito nel vuoto pre-elettorale".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Rimpasto in Campidoglio, da Livorno Lemetti al posto di Mazzillo

Nuovo rimpasto in Campidoglio, via Mazzillo: da Livorno arriva Lemetti al Bilancio

Raggi cambia ancora e ha scelto l'assessore della giunta Nogarin che oggi si è dimesso

Vitalizi, Zanda: "Pd non ha nessuna intenzione di insabbiare ddl". M5S: "Ipocrita"

Vitalizi, Zanda: "Pd non vuole insabbiare ddl". M5S: "Ipocrita"

I pentastellati attaccano: "E' d'accordo il collega Sposetti nell'affossare il testo, ma non può dirlo apertamente"

Scuola, ministra Fedeli: "Portare l'obbligo scolastico a 18 anni"

Scuola, ministra Fedeli: "Portare l'obbligo scolastico a 18 anni"

"Si dovrebbe fare una rivisitazione complessiva dei cicli scolastici da un punto di vista della qualità"

Bormio, il comizio di Matteo Salvini

Ius soli, Lega contro Papa: Lo faccia in Vaticano

Il centrodestra, senza entrare nel merito, prende le distanze dalla legge, mentre la Lega è durissima