Martedì 19 Aprile 2016 - 16:30

Milano, ex vigile uccise sindaco Cardano al Campo:ergastolo confermato

La condanna per Giuseppe Pegoraro è stata ribadita anche in appello

Milano, ex vigile uccise sindaco Cardano al Campo:ergastolo confermato

Giuseppe Pegoraro, l'ex capo della polizia municipale di Cardano al Campo (Varese) che il 20 luglio 2013 aveva ucciso il sindaco Laura Prati a colpi di pistola, è stato condannato all'ergastolo anche in appello. L'ex vigile aveva ferito gravemente anche l'allora vicesindaco Costantino Ianetti. I giudici della Corte d'Assise d'Appello di Milano hanno ribadito la sentenza di carcere a vita già disposta in primo grado dal gup di Busto Arsizio nell'aprile 2015.

"Per il resto la sentenza di primo grado è stata confermata integralmente", ha aggiunto il legale. I giudici milanesi hanno inoltre disposto a favore delle parti civili - i familiari del sindaco e il comune del paese del Varesino - una provvisionale da 5 mila euro ciascuno, in attesa che un giudice civile si pronunci sull'esatta entità del risarcimento. "Quello che colpisce - ha spiegato ancora l'avvocato Cicorella - è l'astio che ancora oggi manifesta l'imputato nei confronti di Laura Prati. Come si fa a uccidere così un essere umano a sangue freddo?".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Ambulanze a Milano

Milano, bimba di 7 mesi muore dopo aver ingerito un tappo, aperta indagine

Da accertare eventuali negligenze da parte dei genitori, che erano a casa con la piccola quando si è sentita male

\'Ndrangheta: maxi sequestro di beni in Lombardia e Calabria

"Infastidiva la mia donna", confessa il killer del senegalese ucciso a Milano

L'omicidio sabato sera: l'uomo freddato in strada con dieci colpi di pistola

Omicidio a Milano: Via Pezzotti 50 vicino al locale B52

Milano, ucciso con dieci colpi di pistola: muore senegalese

L'agguato nella notte in via delle Querce a Corsico. La vittima aveva 54 anni: raggiunto da sei proiettili alla testa

"Hai bocciato mio figlio, ti uccido": denunciato per aver minacciato di morte una professoressa

Il padre del 16enne ha telefonato all'insegnate dell'istituto professionale di Gorgonzola, per lui responsabile della mancata promozione del giovane