Lunedì 18 Gennaio 2016 - 15:00

Milano, eredi di Gucci vincono ricorso in Commissione tributaria

Annullati gli avvisi di accertamento per evasione per 100 milioni a carico delle figlie di Maurizio Gucci

Milano, eredi di Gucci vincono ricorso in Commissione tributaria

La commissione tributaria di Milano ha annullato gli avvisi di accertamento per evasione fiscale relativi alle annualità 2004-2010, per un controvalore di 100 milioni di euro, a carico delle figlie di Maurizio Gucci, Allegra e Alessandra. Secondo l'Agenzia delle entrate, Allegra e Alessandra Gucci, assistite dall'avvocato Giorgio Zanetti, tra il 2004 e il 2010 sarebbero state residenti in Italia e non all'estero e, conseguentemente, avrebbero omesso di presentare la propria dichiarazione fiscale in Italia, omettendo di evidenziare i redditi e i beni posseduti all'estero. La commissione tributaria di Milano ha accolto il ricorso proposto dalla difesa che ha dimostrato come, invece, le sorelle Gucci negli anni oggetto di accertamento abbiano avuto la propria residenza fiscale all'estero. La commissione, in particolare, ha accolto l'eccezione della difesa relativa alla non volontarietà e non intenzionalità della saltuaria presenza in Italia delle sorelle Gucci. La decisione della commissione tributaria è giunta a breve distanza da quella del tribunale penale di Milano che ha assolto con formula piena le sorelle Allegra e Alessandra Gucci.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nubi e foschia, il meteo del 18 e del 19 ottobre

Temperature stabili ma arriva la prima nebbia: le previsioni di oggi e domani in Italia

Inaugurazione di 'Inno alla Bellezza' e anteprima dello spettacolo dell'Albero della vita in ex Area Expo

Expo, Anac manda atti a tre Procure

Evidenziate anomalie nella maggior parte delle 25 procedure analizzate

Brescia, Processo d'appello per Massimo Bossetti

Caso Yara, test dna che inchioda Bossetti valido, analisi irripetibile

Le motivazioni della sentenza con cui i giudici hanno condannato all'ergastolo il muratore di Mapello