Mercoledì 23 Novembre 2016 - 08:00

Droga dal Perù a Milano: 45 indagati per narcotraffico

Smantellata rete criminale composta da italiani e sudamericani

Milano, droga dal Perù a via Padova: 45 indagati per narcotraffico

Dal Perù a via Padova, passando per l'Olanda. Era la via della droga tracciata dalla rete criminale smantellata nelle ultime ore dalla squadra mobile di Milano. Sono 45 i provvedimenti giudiziari eseguiti dalla polizia di Stato per traffico internazionale di stupefacenti a carico di altrettanti indagati.

L'operazione, soprannominata 'Rubens', nasce da un'indagine iniziata nel 2013. Gli investigatori hanno scoperto l'esistenza di un gruppo criminale, composto in prevalenza da italiani e sudamericani, attivo nell'importazione e nella commercializzazione di droga nel capoluogo lombardo e hinterland. La cocaina veniva importata dal Perù e dall'Olanda, mentre la marijuana proveniva dall'Albania. Ad occuparsi dello smercio nei comuni a nord di Milano ci pensava un gruppo di cittadini italiani, mentre ai sudamericani era affidata la 'piazza' dello spaccio nella zone cittadine di via Padova e Villa San Giovanni. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Prima alla Scala con Madama Butterfly tra vip e proteste

Prima alla Scala con Madama Butterfly tra vip e proteste

Manifestazioni in piazza, mentre al teatro sono arrivati volti noti dello spettacolo e della politica

Milano, donna trovata morta in una cava: si indaga su pista passionale

Milano, donna trovata morta in una cava: si indaga su pista passionale

Il corpo, avvolto nel cellophane, è stato rinvenuto a Cernusco sul Naviglio

Saronno, tace primario pronto soccorso. Parla medico esposto anonimo

Saronno, tace primario pronto soccorso. Parla medico esposto anonimo

Senza sosta il lavoro degli investigatori che indagano sulle morti sospette all'ospedale del comune lombardo

Saronno, Cazzaniga respinge l'accusa di omicidio volontario

Saronno, medico: Volevo solo alleviare il dolore dei pazienti

Cazzaniga respinge l'accusa di omicidio volontario