Mercoledì 23 Novembre 2016 - 08:00

Droga dal Perù a Milano: 45 indagati per narcotraffico

Smantellata rete criminale composta da italiani e sudamericani

Milano, droga dal Perù a via Padova: 45 indagati per narcotraffico

Dal Perù a via Padova, passando per l'Olanda. Era la via della droga tracciata dalla rete criminale smantellata nelle ultime ore dalla squadra mobile di Milano. Sono 45 i provvedimenti giudiziari eseguiti dalla polizia di Stato per traffico internazionale di stupefacenti a carico di altrettanti indagati.

L'operazione, soprannominata 'Rubens', nasce da un'indagine iniziata nel 2013. Gli investigatori hanno scoperto l'esistenza di un gruppo criminale, composto in prevalenza da italiani e sudamericani, attivo nell'importazione e nella commercializzazione di droga nel capoluogo lombardo e hinterland. La cocaina veniva importata dal Perù e dall'Olanda, mentre la marijuana proveniva dall'Albania. Ad occuparsi dello smercio nei comuni a nord di Milano ci pensava un gruppo di cittadini italiani, mentre ai sudamericani era affidata la 'piazza' dello spaccio nella zone cittadine di via Padova e Villa San Giovanni. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Milano, Infortunio sul lavoro a Palazzo Reale

Milano, cade dalla scala a Palazzo Reale: muore assistente del pittore Bonalumi

Stava lavorando all'allestimento della mostra quando ha perso l'equilibrio ed è precipitato da circa quattro metri d'altezza

Niccolò Bettarini esce dall'ospedale: "Gli amici mi hanno salvato"

Il figlio di Simona Ventura sta meglio e può tornare a casa dopo l'aggressione davanti alla discoteca milanese "Old Fashion"

Milano, il figlio di Simona Ventura, Niccolò Bettarini, accoltellato fuori alla discoteca Old Fashion

Aggressione Bettarini, il gip: "Gli amici lo hanno salvato dalla morte"

Convalidato il fermo dei 4 indagati, che restano in carcere con l'accusa di tentato omicidio

Niccolò Bettarini accoltellato a Milano: i fermati non rispondono al gip

Il legale di uno dei giovani ora in carcere: "Non sapeva che il ragazzo picchiato fosse il figlio di Bettarini. Vuole chiedere scusa"