Mercoledì 18 Maggio 2016 - 15:45

Milano, controlli aziende amianto: sequestrate 70 tonnellate rifiuti

Quattro persone sono state denunciate per violazioni delle norme sui trasporti e deposito

Milano, controllate 50 aziende amianto: sequestrate 70 tonnellate rifiuti

Cinquanta aziende di amianto controllate, 38 delle quali risultate 'non conformi', 4 persone denunciate per violazioni delle norme sui trasporti e deposito rifiuti, sanzioni amministrative per oltre 10mila euro e 70 tonnellate di masserizie sequestrate. E' il risultato dell'ultima attività del nucleo Tutela ambiente dei carabinieri di Milano, che per una settimana sono stati impegnati per verificare la gestione dei rifiuti contenenti amianto provenienti da vari settori industriali e produttivi della zona.

Ai controlli hanno partecipato 100 carabinieri. Gli accertamenti tecnici sulle decine di chili di rifiuti sequestrati, in totale 70mila e in gran parte provenienti da demolizioni, continueranno nei prossimi giorni. Una volta verificata l'esatta contaminazione degli stessi, si procederà con il corretto smaltimento. In nessuna delle circostanze, rassicurano i carabinieri, sono stati riscontrati pericoli per la salute pubblica, e la situazione igienico sanitaria è risultata nella norma.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Sondrio, travolse pedoni al mercatino di Natale: accusato di strage

Il 27enne era al volante della sua auto in preda ai fumi dell'alcol e della cannabis

Prima nevicata a Milano

Neve e ghiaccio su strade e ferrovie. Blocchi in Piemonte e Liguria. Rischi alluvione in Toscana

Situazione complicata per i trasporti nel Nord Ovest. Chiuse autostrade e linee ferroviarie. La spiegazione della parola "gelicidio"

Incidente stradale a Milano, ambulanza ribaltata

Sondrio, ubriaco travolge passanti in un mercatino di Natale

Tre feriti, uno grave. Si esclude si tratti di terrorismo

Milano, attesa per la Prima della Scala

Como, blitz e perquisizioni contro Skinheads: 13 indagati

Avevano fatto irruzione in alcuni centri per protestare contro l'accoglienza dei migranti