Giovedì 31 Marzo 2016 - 16:15

Milano, condanna a 20 anni di Kabobo diventa definitiva

La conferma in Cassazione per il ghanese che nel 2013 ha ucciso tre persone a picconate

Milano, condanna a 20 anni di Kabobo diventa definitiva

La condanna a 20 anni di carcere per Adam 'Mada' Kabobo, il 34enne ghanese che ne maggio del 2013 ha ucciso tre persone a picconate per le strade di Niguarda a Milano, è diventata definitiva. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, davanti alla quale nei giorni scorsi si doveva tenere l'udienza di discussione, ma la difesa del ghanese ha rinunciato al ricorso e la suprema corte ha stbilito che la condanna è diventata definitiva. Sia in primo che in secondo grado, il Tribunale di Milano non ha accolto la tesi dell'incapacità di intendere e volere di Kabobo al momento delle aggressioni, portata avanti dai suoi difensori Benedetto Ciccarone e Francesca Colasurdo. Una perizia psichiatrica, firmata dallo psichiatra Ambrogio Pennati e dalla criminologa Isabella Merzagora, che aveva riconosciuto un vizio parziale di mente per il ghanese che soffre di "schizofrenia paranoide", ma aveva anche evidenziato che la sua capacità di intendere al momento dei fatti non era "totalmente assente" e quella di volere era "sufficientemente conservata". Il 27 marzo 2015 Kabobo è stato anche condannato in appello ad altri 8 anni di reclusione e 3 di casa di cura per aver aggredito altri due passanti, che si sono salvati. La difesa del ghanese ha presentato ricorso in Cassazione anche contro questo verdetto e l'udienza verrà fissata nei prossimi giorni.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Grosseto, uomo spara in strada a Follonica dopo lite: un morto e 2 feriti

Monza, spara alla moglie per strada e poi si costituisce: la donna è morta

L'uomo è sceso dall'auto e ha esploso i colpi contro la 35enne che camminava in strada a Bovisio Masciago

Renato Vallanzasca si reca a lavoro presso la Neco srl di via Roma 1

Vallanzasca chiede libertà condizionale. Il carcere di Bollate: "È molto cambiato"

La richiesta del bandito della mala milanese, condannato a 4 ergastoli. L'equipe di osservazione e trattamento del penitenziario: "Concedetegliela"

Bergamo, truffa su impianti sciistici: ai domiciliari due sindaci

I primi cittadini di Foppolo e Valleve a capo di un sistema criminale costruito per percepire indebitamente contributi regionali

Milano, vermi nella marmellata alla mensa scolastica. Indignazione sul web

La denuncia dell'associazione Pranzo da casa su Facebook