Martedì 14 Giugno 2016 - 12:45

Milano, Celentano: Sala può essere davvero un buon sindaco

Il "molleggiato" lo ha scritto in un articolo pubblicato oggi sul Fatto Quotidiano. E Sala ringrazia

Adriano Celentano

"Giuseppe Sala, per esempio, che a me non dispiace anche per come ha condotto con successo l'Expo: bisogna dire che anche a lui gli si è spezzato 'l'acuto' sul problema delle moschee. Ma, a parte questo e le grandi bugie che dicono sul suo conto, Sala può essere davvero un buon sindaco". Lo ha scritto Andriano Celentano in un articolo pubblicato su 'Il Fatto Quotidano' in edicola questa mattina. "E il fatto che uno come l'ex pm Colombo, in seguito a una proposta dello stesso Sala, abbia accettato di istituire un comitato per la legalità e la trasparenza, è un segnale positivo da non sottovalutare - ha aggiunto - . però, non esiterebbe ad accogliere le Olimpiadi. Come se anche a Milano non ci fossero gli stessi problemi che ci sono a Roma, Napoli, Palermo e dove la terra dei fuochi potrebbe espandersi dalla Calabria ai confini della Germania. La mafia insegna".
 

 "Grazie al ragazzo della via Gluck per la sua fiducia. E' un onore per me. Voglio esserne degno". Con questo messaggio postato su Facebook il candidato sindaco di centrosinistra Giuseppe Sala ha ringraziato il "molleggiato" per il suo endorsement. 
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Strage Piazza Fontana

Strage di Piazza Fontana, sono 48 anni. Mattarella: "Manca verità esaustiva"

Il Capo dello Stato ha ricordato la bomba fascista che fece 17 morti e 88 feriti. I processi non hanno messo la parola fine

Riapertura del passaggio di collegamento tra il Collegio Romano e la Chiesa di San Ignazio

Via al piano istruzione 0-6 anni. Fedeli: "È svolta culturale"

Lo scopo è aumentare i servizi e sostenere i genitori, per dare alle bambine e ai bambini maggiori opportunità di accesso a un'istruzione di qualità fin dalla nascita

Concerto di Jovanotti nel temporary store allestito in Piazza Gae Aulenti a Milano

Jovanotti e il calcio: "Quale squadra tifo? Sono 'tottiano'"

Il cantante ha ammesso di aver pianto il giorno in cui Francesco Totti ha lasciato il calcio