Lunedì 21 Agosto 2017 - 08:00

Milano, auto nel canale dopo gita sull'Adda: 3 morti, bimbo disperso

E' successo a a Truccazzano, vittima un cinquantenne dell'Ecuador. Non si trova anche un bimbo

Milano, auto in un canale: un morto e tre dispersi

Non si spegne la speranza per il bambino di sei anni che ieri sera era a bordo della Peugeot 307 precipitata nel canale Muzza a Truccazzano, in provincia di Milano. La mamma e il papà, ecuadoriani di 42 e 36 anni, sono morti assieme al proprietario e conducente della vettura, connazionale di 47. I vigili del fuoco e i carabinieri stanno cercando il piccolo, sette anni a ottobre, anche se le speranze, precisano i soccorritori, "sono lievi": le ricerche in elicottero e dei sommozzatori proseguono senza sosta.

I quattro, residenti a Pioltello, nell'hinterland, avevano passato la domenica pomeriggio sul fiume Adda assieme agli amici. Una scampagnata felice, prima del ritorno a casa, dove non sono mai arrivati. Verso le 20.30 stavano percorrendo la strada statale 14 Rivoltana, tra Milano e Cremona, quando l'auto, che procedeva a forte velocità, è uscita fuori strada, sfondando il guardrail di un ponticello e precipitando nelle acque della Muzza, un canale artificiale, volgarmente chiamato 'fiume Muzza' per la sua generosa portata, che nasce a Cassano d'Adda e termina a Castiglione. Assistono alla scena i passeggeri di una seconda automobile: sono loro a chiamare i soccorsi e a descrivere l'accaduto alle forze dell'ordine.

Per estrarre l'auto è stato necessario l'intervento di una gru e di una teleferica: le operazioni sono durate tutta la notte. All'interno dell'abitacolo i sommozzatori hanno subito individuato il 36enne, che è stato il primo ad essere recuperato; il lunotto posteriore della Peugeot 307 rotto ha subito fatto pensare ai soccorritori che potevano esserci altre vittime. Tesi confermata dai parenti dell'ecuadoriano, chiamati per l'identificazione della salma. La moglie e il proprietario della macchina, sbalzati fuori dall'auto, erano infatti stati trascinati dalla corrente per diverse centinaia di metri. Li hanno trovati i vigili del fuoco lunedì mattina, attorno alle 11, dentro il canale scolmatore della centrale idroelettrica di Paullo. Tutti e tre i corpi saranno sottoposti ad autopsia. L'indagine, condotta dai carabinieri, è coordinata dalla procura di Lodi. Ancora nessuna traccia del bimbo.

Scritto da 
  • Ester Castano
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Migranti, pescatori siciliani premiati da Ue: "Salvare vite è in nostro dna"

Giovanni Tumbiolo riceverà, come rappresentante dei pescatori di Mazara del Vallo, il premio Cittadino Europeo 2017, per l'impegno nel salvataggio dei migranti nel Mar Mediterraneo

Violenza ostetrica, 21% mamme subisce traumi durante parto

Una ricerca della Doxa per conto dell'Osservatorio sulla Violenza Ostetrica. Fattori fisici o psicologici che generano pesanti strascichi. Il problema dell'episiotomia

Bari, ragazzina di 12 anni muore dopo intervento al femore

Bari, ragazzina di 12 anni muore dopo intervento al femore

E' deceduta per ipotermia maligna. Indaga la procura

Nuova operazione dei Carabinieri a Zingonia, nei palazzi dello spaccio e del traffico di armi

Foggia, spara al volto alla figlia 15enne della ex e si uccide: la ragazza è gravissima

È successo a Ischitella, in pieno centro del paese. La mamma della giovane su Fb: "Spero che ti ammazzi bastardo lurido"