Lunedì 25 Luglio 2016 - 17:30

Falso allarme bomba a Milano: metro ferma un'ora e mezza

Pacco sospetto alla fermata della linea 3 ma era solo una scatola con un'autoradio

Falso allarme bomba a Milano: metro ferma un'ora e mezza

Era una semplice scatola di legno con all'interno una autoradio e una batteria da 12 volt quello trovato sulla banchina della metro M3 alla fermata della Stazione Centrale. Il pacco, che non conteneva traccia di materiale esplosivo, era stato semplicemente dimenticato da un viaggiatore. A far scattare l'allarme, però, sono stati alcuni fili elettrici che spuntavano dalla scatola. Le forze dell'ordine stanno controllando le telecamere di sorveglianza per rintracciare chi abbia dimenticato il pacco e non si esclude sia stata una bravata. Nel frattempo, la circolazione sulle linee della metropolitana M2 e M3 è tornata alla normalità. In superficie, gli arrivi e le partenze dei treni non sono mai stati rallentati dal sospetto allarme bomba.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Maltempo, il fiume Enza rompe gli argini e allaga la frazione di Brescello

Il tempo migliora, scendono i fiumi e si contano i danni. In arrivo altre due perturbazioni

Ancora qualche zona in allarme rosso. Nel weekend, però arrivano pioggia, neve a bassa quota e tanto freddo

Trenord, deraglia un treno nei pressi della stazione di Pioltello

Attraversano al passaggio a livello, travolti due anziani a Cesano Maderno

Marito e moglie di 78 e 75 anni. Le sbarre erano abbassate. Forse lui ha perso il cappello e lei si è chinata a raccoglierlo mentre arrivava il treno

Corteo del movimento di destra Forza Nuova nellle vie del quartiere EUR

Riorganizzazione fascista: perquisiti militanti di estrema destra a Varese

Lo scorso novembre il movimento Do.Ra ha commemorato con i colori della bandiera nazista per i morti dell'esercito tedesco, e non era la prima volta

Silvio Berlusconi incontra i cittadini ai gazebi di Forza Italia a Milano

Uccise un ladro a colpi di pistola: archiviata accusa di omicidio

L'episodio risale all'ottobre 2015. La vittima era un 22enne albanese. Il giudice: "È stata legittima difesa"