Lunedì 03 Ottobre 2016 - 14:00

Milano, 33enne aggredito con ascia fuori da locale: 2 denunciati

E' successo a Cassinetta di Lugagnano, i due accusati sono italiani di 31 e 29 anni

Milano, 33enne aggredito con ascia fuori da locale: 2 denunciati

Hanno aggredito con un'ascia e un bastone un ragazzo di 33 anni fuori da una discoteca di Cassinetta di Lugagnano, in provincia di Milano. E' successo nella notte tra sabato e domenica. I due, italiani di 31 e 29 anni, sono stati denunciati a piede libero dai carabinieri di Abbiategrasso. Il più giovane, che inizialmente aveva fatto perdere le tracce, si è costituito ieri, recandosi in caserma con il suo avvocato. Nato a Casorate Primo (Pavia) e residente a Milano, è pregiudicato. Il complice è invece di Abbiategrasso. Insieme avrebbero iniziato a discutere all'esterno del locale notturno con il 33enne, operaio di Lonate Pozzolo (Varese), per poi sfoderare le due armi bianche tentando di colpirlo. La vittima si è difesa, procurandosi 30 giorni di prognosi per delle ferite alle mani. Non contenti, i due malviventi si sono accaniti anche contro la vettura del giovane, una Smart, prendendola a sprangate. Quando i militari dell'Arma sono arrivati sul posto hanno trovato solo il 31enne, mentre il complice, fuggito, si è presentato l'indomani con il legale dai carabinieri.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Controlli polizia antiprostituzione

Traffico e prostituzione di ragazze nigeriane: 7 arresti

Le donne ingannate, violentate e sottoposte a riti 'vodoo'

Unicredit bank logo is seen in the old city centre of Siena

Attacco hacker contro Unicredit, password clienti non a rischio

Una prima violazione sembra essere avvenuta nei mesi di settembre e ottobre 2016, mentre è stata appena individuata una seconda intrusione avvenuta nei mesi di giugno e luglio 2017

Stragi mafiose negli anni '90, arrestati due vertici di 'Ndrangheta e Cosa nostra

Stragi anni '90, arrestati due boss di 'Ndrangheta e Cosa nostra

Sono tra i mandanti degli attentati contro i carabinieri del '93-'94 in Calabria. Clan e cosche insieme per attaccare lo Stato