Domenica 24 Dicembre 2017 - 13:30

Milano, 25enne vuole farsi suora: padre e fratello cercano di rapirla

L'hanno stordita con il sonnifero e trascinata con la forza in auto ma la giovane è riuscita a liberarsi e a chiedere aiuto

Roma,Movimenti per la Casa contro lo spettacolo di Beppe Grillo al Teatro Flaiano

Arrestati padre e figlio per sequestro di persona a Milano. Erano contrari alla volontà della figlia e sorella 25enne di diventare suora. Per questo l'hanno sequestrata ma il 22 dicembre, la polizia di Stato ha arrestato i due uomini di 59 e 28 anni: gli agenti della volante del commissariato Comasina sono intervenuti, dopo alcune segnalazioni arrivate al 113, in via Pantaleo a Milano. I due hanno tentato con la forza di caricare nella propria auto la giovane, al fine di trasferirla nel paese d'origine, in provincia di Avellino.

Dopo averla stordita in casa con il sonnifero con la partecipazione della madre, italiana di 52 anni, ora indagata, l'hanno trascinata fino all'auto ma la giovane è riuscita a liberarsi, divincolandosi, richiamando così l'attenzione dei passanti e chiedendo aiuto a gran voce.

Le indagini per la ricostruzione degli eventi sono state coordinate dal pm della Procura della Repubblica di Milano David Monti e l'arresto è stato convalidato nella mattinata di sabato.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Quattro letti e gamberetti a pranzo: il gatto Gerry eredita 30mila euro

Il felino è stato citato nel testamento della sua anziana padrona. Ora i familiari della donna dovranno provvedere al "mantenimentodel suo benessere"

Vento fino a 200 km/h: due morti e due feriti, disagi in tutta Italia

Sono stati 1226 gli interventi dei vigili del fuoco per alberi sradicati. Difficili i collegamenti con le isole minori della Toscana

Napoli, processo Silvio Berlusconi  per corruzione

Caso Consip, archiviate indagini su Woodcock e Sciarelli

Il pm era indagato per falso e, insieme alla giornalista, per rivelazione del segreto d'ufficio. Continuano le indagini su altre 12 persone

Sentenza processo Emilio Fede

Avvocatessa col velo cacciata dall'aula del Tar di Bologna

Aveva il volto scoperto. Le è stato impedito di seguire il processo. Origini marocchine, da 25 anni in Italia dove si è laureata: "Non mi era mai successo"