Giovedì 07 Dicembre 2017 - 10:30

Milan, verso il "no" della Uefa al "Voluntary agreement"

La società rossonera potrebbe incorrere in sanzioni per sanare le violazioni del fair play finanziario contestate da Nyon

A.C. Milan - Stagione 2017-2018 - Evento Corporate

La Uefa si avvia a bocciare il piano di voluntary agreement presentato dal Milan. Lo riportano l'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport' e 'Il Corriere della Sera'. Il piano consente di evitare il pagamento di sanzioni dovute alla violazione del fair play finanziario nei tre anni precedenti. Da Nyon, dove il mese scorso si sono recati l'ad Fassone e il suo staff, è in arrivo però un 'no' alla proposta di sviluppo e risanamento presentato dalla proprietà rossonera, che a questo punto rischia sanzioni in caso di qualificazione alle coppe europee.

"Oltre a dichiarare il proprio massimo e costante rispetto nei confronti dell'istituzione europea, il Milan ha sempre dichiarato di essere pronto ad affrontare l'altra faccia della medaglia e cioè il Settlement Agreement - fa sapere in una nota la società di via Aldo Rossi - La proposta di Voluntary partita dalla società rossonera era una novità assoluta in tal senso, non essendoci precedenti a livello politico-calcistico europeo. Il Milan a novembre si era impegnato a fondo per la redazione e la strutturazione del proprio piano". Per "Settlement Agreement" s'intende una soluzione che dovrebbe arrivare dalla Uefa (come è successo a Inter e Roma) e che comprende sanzioni di diveerso tipo che vanno da quelle strettamente pecuniarie a limitazioni tecniche come la riduzione (ad esempio da 25 a 22 giocatori) per le coppe europee.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Conferenza stampa AC Milan - Ritiro estivo per la stagione 2018/2019

Elliott prende il controllo del Milan: pronti 50 milioni di aumento di capitale

Obiettivo del fondo "creare stabilità finanziaria e raggiungere il successo a lungo termine"

Milan vs Genoa  - Campionato italiano di calcio Serie A TIM 2017-18

Commisso: "Ancora in gioco per prendere il Milan, ma avrei voluto la Juve"

Il magnate italoamericano non ha ancora rinunciato alla trattativa con Mr Li

Il Milan di Mr Li paga per le colpe di Berlusconi e Galliani

Di solito le colpe dei padri non dovrebbero ricadere sui figli, ma stavolta l'antico adagio non funziona

AC Milan, il Presidente Li Yonghong con la  famiglia in visita a Casa Milan e al Museo

Uefa, Milan escluso per un anno dalle coppe europee. Il club fa ricorso al Tas

Fuori per violazione delle norme del fair play finanziario