Giovedì 14 Gennaio 2016 - 15:30

Milan, Mihajlovic: Semifinale meritata, ma serve più cattiveria

L'allenatore del Milan: Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, potevamo fare più gol

Milan - Carpi

"Sapevamo che non sarebbe stato facile, i ragazzi hanno voluto fortemente la qualificazione e l'abbiamo ottenuta". Così Sinisa Mihajlovic, allenatore del Milan, commenta ai microfoni di RaiSport la vittoria dei rossoneri in casa contro il Carpi in Coppa Italia. "Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, potevamo fare più gol. Ci siamo complicati la vita ad inizio ripresa, poi però abbiamo ripreso le redini del gioco e non c'è nulla da dire sulla vittoria. Dovevamo chiudere prima la partita, abbiamo avuto diverse occasioni per segnare il terzo gol", ha aggiunto il tecnico serbo.

In ottica futura, Mihajlovic ha detto: "Dobbiamo migliorare nella cattiveria sotto porta, se penso alle ultime tre partite meritavamo 9 punti per le occasioni create e ne abbiamo fatti solo 2. Ma se creiamo tanto e facciamo pochi gol è solo colpa nostra, non sfortuna". Sulla cessione di Luiz Adriano ai cinesi dello Jiangsu Suning, il tecnico rossonero ha osservato: "Due giorni fa ci sono stati i primi contatti e tutto si è concretizzato. La società ha fatto bene perché l'ha acquistato a 7-8 milioni e venduto a 14/15. Con Bacca, Niang e Menez che sta rientrando abbiamo comunque quattro attaccanti (con il rientro di El Shaarawy dal prestito al Monaco, ndr)". "Io vado avanti per la mia strada, a testa alta, so che fa parte del mio lavoro", ha concluso Mihajlovic a proposito delle tante voci sul suo futuro in bilico.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milan vs Benevento - Campionato italiano di calcio Serie A TIM 2017 2018

Maledizione Benevento, Iemmello gela San Siro: Milan battuto 0-1

Bordate di fischi all'indirizzo dei ragazzi di Gattuso caduta in una crisi di gioco e di risultati che sembra essere irreversibile

Pinot trionfa al Tour of the Alps. L’ultima tappa all'ucraino Padun

Il francese si prende la maglia ciclamino e lancia un messaggio in vista del Giro d’Italia. Tra gli italiani bene Pozzovivo e Aru, Quarto Froome

TOPSHOT-FBL-EUR-C3-CSKA MOSCOW-ARSENAL

Wenger, addio all'Arsenal: c'è anche Allegri per la successione

L'allenatore della Premier league se ne va a 68 anni