Domenica 14 Febbraio 2016 - 14:45

Milan-Genoa 2-1: Bacca-Honda e vendetta Cerci

I padroni di casa salgono a 43 punti, a -2 dall'Inter. La squadra di Gasperini resta invece a 25 punti

Honda esulta dopo il gol del 2-0

Sarà scoppiato l'amore fra i tifosi del Milan e Sinisa Mihajlovic? Chissà. Nel giorno di San Valentino, comunque, i rossoneri battono 2-1 il Genoa a San Siro e si avvicinano alla zona Europa. Vantaggio da due passi di Bacca al 5', raddoppio di Honda con un bolide da 30 metri al 64'. C'è anche un palo di Montolivo al 75'. Poi Cerci accorcia al 93'. I padroni di casa salgono a 43 punti, a -2 dall'Inter, stasera impegnata a Firenze. La squadra di Gian Piero Gasperini, spuntata e leggera in attacco, resta a 25 punti.

Il tecnico serbo recupera Niang e Bonaventura, ma deve fare a meno di Abate. C'è De Sciglio largo a destra in difesa. In avanti confermato Bacca con l'attaccante francese. In porta c'è Donnarumma, osservato speciale degli emissari del Barcellona in tribuna a San Siro. Il Grifone, che non può contare, tra gli altri, del bomber Pavoletti, parte con Matavz di punta, assistito da Laxalt e l'ex Suso. La squadra di Gian Piero Gasperini è pimpante in avvio, però è il Milan a rendersi subito pericoloso al 4': sinistro insidioso di Honda da fuori, Perin vola e mette in angolo. Un giro d'orologio e il Milan passa in vantaggio con Bacca. Azione insistita dei rossoneri: angolo e poi cross da destra di Honda sulla palla di ritorno, spizzata di testa di Niang che trova, tutto solo, il colombiano, lesto a scaricare di potenza in porta. Ecco la sentenza Bacca: per la decima volta su 12 gare di Serie A, l'ex Siviglia in rete al suo primo tiro nello specchio. Questo è il gol numero 13 in campionato. Il Milan acquisisce sicurezza e controlla la partita, ma il Genoa corre molto e prova ad approfittare degli errori nell'ultimo passaggio dei padroni di casa. Che al 23' si fanno rivedere in attacco: cross da destra di De Sciglio, Bonaventura salta più in alto di tutti di testa, ma Perin è attento e blocca.

Occasione Milan al 31': Antonelli trova Bacca in un pertugio, il portiere esce a valanga con i piedi e allontana a tu per tu. La sveglia per il Genoa suona al 33': cross di Fiamozzi da destra che taglia l'area e spaventa i ragazzi di Mihajlovic, che si salvano anche su un traversone dalla parte opposta di Gabriel Silva. Il Grifone ci riprova con Rigoni e Suso a stretto giro, ma i rossoneri fanno scudo e rimandano al mittente gli assalti.

La ripresa al via con un cambio per il Genoa. Staffetta fra due ex: fuori Suso, in campo Cerci, accolto dai fischi di San Siro, che l'ha criticato molto nella sua esperienza a Milano. Al 55' Romagnoli vola di testa su un calcio d'angolo da sinistra di Bonaventura, ma non trova la porta. Poi l'ex Atalanta va al tiro, Antonelli sporca fortuitamente la palla, che Perin controlla con uno sbadiglio. Altro duello tra Bonaventura e il portiere poco dopo: stavolta il numero 1 tiene con sicurezza un sinistro dal limite del 28 rossonero. Il Genoa si rintana e il Milan va all'attacco a caccia del raddoppio. Che arriva al 64: sinistro di Honda da una trentina di metri nell'angolino, Perin si fa sorprendere: è il 2-0. Gasperini ci prova con Lazovic al posto di Izzo. La squadra di Mihajlovic, però, rischia di straripare e Perin è costretto a uscire su Bonaventura.

Poi episodio da moviola al 70': il solito Bonaventura cade in area a contatto con De Maio, per Calvarese non è rigore. Montolivo sfiora il tris al 75' con una botta da fuori che si stampa sul palo. Due minuti dopo, esordio in campionato per Menez, dopo l'infortunio alla schiena, al posto di Niang, mentre Ntcham entra al posto di Dzemaili per il Grifone. L'aria è cambiata a San Siro: all'83' Poli fa rifiatare Montolivo e il pubblico applaude. Nel finale entra anche Balotelli per Bacca. In pieno recupero, al 93', Cerci appoggia da due passi su un'insicurezza di Donnarumma, che smanaccia male su un destro ad incrociare di Rigoni. Finisce con il Milan che supera il Genoa 2-1 e si rilancia nella corsa per l'Europa. Gasperini ko a San Siro.

 

Scritto da 
  • Luca Rossi
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Juve chiama Napoli risponde: Chievo ko 2-0, 100 volte Hamsik

Juve chiama Napoli risponde: Chievo ko 2-0, 100 volte Hamsik

Si sblocca anche Gabbiadini che firma la rete dell'1-0

Napoli - Chievo Verona

Napoli-Chievo 2-0: a segno Gabbiadini e Hamsik

I ragazzi di Sarri restano a -1 dalla Juve capolista

Le pagelle di Palermo-Juve: Posavec super

Le pagelle di Palermo-Juve: Posavec super

Il portiere rosanero è il migliore in campo, strappano un 6.5 Buffon e Barzagli

Palermo - Juventus

Palermo-Juventus 0-1: un autogol fa sorridere Allegri

Prestazione al di sotto delle aspettative per i bianconeri ma Higuain e compagni la spuntano lo stesso