Domenica 03 Dicembre 2017 - 16:00

Milan, Gattuso mastica amaro: "Una coltellata avrebbe fatto meno male"

Il pareggio con il Benevento brucia più che mai

Serie A - Benevento Calcio vs AC Milan

"Brucia prendere un gol così, una coltellata avrebbe fatto meno male". Così Rino Gattuso, allenatore del Milan, commenta il pareggio per 2-2 contro il Benevento in extremis. "Ho visto spirito di sacrificio, alla squadra posso dire solo grazie. Dobbiamo migliorare, ma lo spirito e la giusta voglia ci sono. Siamo il Milan e dobbiamo fare di più, questo non basta", aggiunge ai microfoni di Sky. "Potevamo passare una settimana tranquilla e invece siamo qui a leccarci le ferite".

"Devo ringraziare i ragazzi - prosegue - perché ce l'hanno messa tutta. Poi abbiamo preso un gol beffa. E' un periodo che girà così. Ma devo ringraziare questi ragazzi perché da quando sono arrivato c'è stata grande disponibilità da parte di tutti, c'è grande senso di appartenenza e c'era disperazione nello spogliatoio".

"Ci lecchiamo le ferite ma abbiamo il dovere di migliorare la condizione fisica e la mentalità. Dispiace molto però non posso rimproverare niente alla mia squadra. Potevamo sviluppare il gioco molto meglio - aggiunge Gattuso - abbiamo perso troppe palle in uscita. Dovevamo avere più personalità però non è una scusante. Per giocare in questo modo ci vuole gamba, la squadra mi è sembrata viva".

"Poi sapevamo le difficoltà che avremmo trovato, il Benevento sta facendo bene da alcune settimane. Certamente brucia ancora di più aver preso gol negli ultimi 30 secondi dal portiere che è sempre qualcosa di strano. La squadra ha fatto quello che doveva fare poi è normale che non riusiamo a tenere ritmi alti per 90 minuti", dichiara ancora Gattuso. "Mi aspettavo un esordio più facile? Da quando gioco partite facili non me ne ricordo. In Serie A sono tutte gare difficile, gli allenatori sono tutti preparati, ovviamente non immaginavo che avremmo pareggiato negli ultimi secondi subendo gol dal portiere".

"Più difficile giocare o allenare il Milan? Non c'è paragone, c'è una differenza abissale. Come allenatore rappresenti il Milan e ci sono molte più responsabilità". "Quanto c'è da lavorare? Pensavo che avrei dovuto lavorare moto. Sapevamo che in pochi giorni non potevamo cambiare tutto però è un pareggio che brucia molto. Ora bisogna guardare avanti". "Insisterò su questi 11? E' una domanda che mi fa sorridere. Romagnoli già non ci sarà perché squalificato. Bisogna valutare i ragazzi durante la settimana. L'identità la si dà con i concetti di gioco, poi gli uomini sono importanti ma è meglio lavorare sui concetti e su quello che si deve fare", conclude Gattuso.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Conferenza stampa AC Milan - Ritiro estivo per la stagione 2018/2019

Elliott prende il controllo del Milan: pronti 50 milioni di aumento di capitale

Obiettivo del fondo "creare stabilità finanziaria e raggiungere il successo a lungo termine"

Milan vs Genoa  - Campionato italiano di calcio Serie A TIM 2017-18

Commisso: "Ancora in gioco per prendere il Milan, ma avrei voluto la Juve"

Il magnate italoamericano non ha ancora rinunciato alla trattativa con Mr Li

Il Milan di Mr Li paga per le colpe di Berlusconi e Galliani

Di solito le colpe dei padri non dovrebbero ricadere sui figli, ma stavolta l'antico adagio non funziona

AC Milan, il Presidente Li Yonghong con la  famiglia in visita a Casa Milan e al Museo

Uefa, Milan escluso per un anno dalle coppe europee. Il club fa ricorso al Tas

Fuori per violazione delle norme del fair play finanziario