Venerdì 12 Febbraio 2016 - 11:45

Milan, Galliani: Fiducia in Mihajlovic, decida lui su Balotelli

L'allenatore milanista raccoglie il pieno appoggio dell'ad rossonero

Adriano Galliani

"Balotelli arma per il terzo posto? Ma vediamo, vediamo. E' l'allenatore che sta tutta la settimana a Milanello" che decide" e vede tutte le condizioni di forma. Abbiamo tanti attaccanti, perché abbiamo tanti attaccanti. E, quindi, lasciamo scegliere a Sinisa (Mihajlovic, ndr), che gode della fiducia totale della società, dei vari attaccanti chi deve far giocare e chi tenere in panchina". Lo ha detto l'ad del Milan, Adriano Galliani, arrivando negli uffici della Lega Serie A, in via Rosellini, a Milano, per l'assemblea.

BERLUSCONI FONDAMENTALE. Domani è prevista a Milanello la visita di Silvio Berlusconi. "Sì, domani dovrebbe venire il presidente" ha sottolineato l'ad del Milan. "Porta bene? Il presidente è il presidente, non scherziamo. Non è questione di portar bene o non portare bene. Il presidente è fondamentale. Siamo alla vigilia dei trent'anni dell'acquisizione, che cade il 20 febbraio, in cui è diventato dominus", ha aggiunto l'ad. "Il 16 luglio è il giorno degli elicotteri, con la colonna sonora della 'Cavalcata delle valchirie': era stata una mia idea, perché c'era il film con Marlon Brando ai tempi", ha riferito Galliani.

GENOA, GARA AD ALTO RISCHIO. "La partita con il Genoa sarà una gara difficile e a rischio. Abbiamo perso punti, purtroppo, con le squadra che ci seguono. Quindi, siccome il Genoa ci segue, è una partita ad alto rischio. Una gara in cui dobbiamo stare molto, molto, molto concentrati. Questa cosa la ripeteremo ad allenatore e giocatori sia il presidente che il sottoscritto domani. Anche perché pensare che abbiamo lasciato tutti questi punti con squadre che sono dietro di noi in classifica, io non uso i termini grandi e e piccole, rimane l'amarezza" ha commentato Galliani, ricordando anche la visita di domani di Silvio Berlusconi a Milanello. "Come mi spiego questa difficoltà con le piccole? Io farei la domanda all'allenatore, buona giornata", ha risposto con il sorriso sulle labbra prima di allontanarsi dal microfono.  Da appassionato di statistiche, poi, Galliani ha fatto i conti: "Io cerco di analizzare tutto e osservo che con le tre squadre con cui stiamo lottando per i posti in Europa siamo a tre punti ciascuno con l'Inter e noi siamo in vantaggio sul confronto diretto. Siamo pari con la Fiorentina: tre punti ciascuno e stesso punteggio. Siamo pari con la Roma: abbiamo fatto una partita a Roma che abbiamo pareggiato. Evidente - ha ragionato - se siamo dietro a queste squadre qui, è perché abbiamo fatto meno punti con le squadre che ci seguono e non con quelle avanti".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Per i red devils a segno il solito Ibrahimovic

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Le reti all'8' di Karelis, al 25' di Bailey, al 61' di Buffel e al 65' di Politano

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge Astra 4-0

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge l'Astra 4-0

A decidere le reti di Strootman, Fazio, Salah e l'autogol di Fabricio

Europa League, Inter ancora flop: nerazzurri ko 3-1 a Praga

Europa League, Inter ancora flop: nerazzurri ko 3-1 a Praga

Nuova debacle per la squadra di De Boer, che chiude in dieci per l'espulsione di Ranocchia