Giovedì 07 Dicembre 2017 - 20:45

Milan, due sberle anche a Rijeka. Gattuso non riesce a dare la carica

La qualificazione ai sedicesimi non era a rischio, ma i rossoneri hanno giocato male: lenti, prevedibili e senza cuore

Rijeka vs Milan - Europa League

Il primo posto nel girone era già blindato, il turnover massiccio ma non basta a giustificare la brutta figura con cui il Milan chiude il girone di Europa League. Dalla trasferta in terra croata si torna con una sconfitta che non influisce sulla classifica, ma che di certo non fa bene al morale. il Rijeka si impone 2-0 e si prende la soddisfazione di battere i rossoneri. Gattuso rimanda ancora l'appuntamento con la vittoria, ma a preoccupare è l'atteggiamento visto in campo: molle, macchinoso, prevedibile. Non basta una ripresa dove è emerso a sprazzi l'orgoglio. Il tecnico chiamato in sostituzione di Montella chiedeva ai suoi un segnale, invece l'impressione è che davanti abbia parecchio lavoro davanti a sé.

Per la sua seconda uscita ufficiale Gattuso opta per il 3-5-2. Restano a casa Donnarumma, Rodríguez, Borini, Kessié, Bonaventura, Suso e Kalinic, fiducia a Storari, Zapata, Paletta, Calabria, Biglia e Locatelli. Tandem d'attacco formato da Andre Silva e Cutrone, a centrocampo spazio al giovane Zanellato. Nel primo tempo l'iniziativa è nei piedi dei rossoneri ma sono i padroni di casa a sbloccare il risultato. Sette minuti e Storari si deve inchinare alla strepitosa punizione di Puljic con palla che s'infila all'incrocio dei pali. I croati si fanno poi vedere con una conclusione di Kvrzic con palla fuori di poco. Gattuso si sgola in panchina ma i suoi faticano a creare pericoli dalle parti di Sluga, con il Rijeka che si difende con grande ordine. Sul finire della frazione, grande chance per il Milan sciupata da Cutrone: il giovane attaccante rossonero, servito dal lancio di Zapata, sfugge a Zuparic e prova il pallonetto davanti al portiere di casa ma la mira è alta.

Dopo l'intervallo si attende la reazione del Milan, invece arriva il raddoppio dei croati dopo nemmeno due minuti: Kvrzic dipinge un cross basso per Gavranovic che anticipa Paletta e supera in diagonale Storari. La rete galvanizza ulteriormente il Rijeka. I rossoneri passano al 4-4-2 ma confermano la difficoltà a pungere, alla mezz'ora si fa vedere Cutrone che schiaccia sul cross di Calabria: palla oltre la traversa. Poco dopo, tentativo di Biglia che sfiora il palo alla destra di Sluga. Gli ultimi attacchi rossoneri non portano frutti. E per il pubblico di casa è una serata da ricordare.

RIJEKA-MILAN 2-0

Marcatori: 7' Puljic, 2' st Gavranovic.

Rijeka (4-2-3-1): Sluga; Vesovic, Zuparic, Elez, Zuta; Males, Pavicic; Acosty (31' st Puncec), Gavranovic (35' st Crnic), Kvrzic (40' st Mavrias); Puljic. A disp.: Prskalo, Lepinjica, Santek, Celikovic. All. Kek.

Milan (3-5-2): Storari; Zapata, Paletta, Romagnoli; Calabria, Zanellato (30' st Abate), Biglia, Locatelli, Antonelli (35' st Forte); Cutrone, André Silva. A disp.: A. Donnarumma, Montolivo, Bonucci, Abate, Musacchio, Forte, Gabbia. All. Gattuso.

Arbitro: Vad (Ungheria).

Note. Ammoniti: Males (R); Andre Silva, Antonelli (M).

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Fiorentina - Siviglia

Europa League, i sorteggi: Napoli-Lipsia e Lazio-Bucarest

L'Atalanta trova il Borussia Dortmund e il Milan i bulgari del Ludogorets

Monaco, i sorteggi della Champions League

Champions, agli ottavi Roma-Shakhtar e Juve-Tottenham

Sorteggi benevoli per le italiane. Il Real Madrid affronterà il Paris Saint Germain mentre il Chelsea il Barçelona

Europa League - Zulte Waregem vs Lazio

Europa League, Lazio ko indolore in Belgio: Zulte vince 3-2

Si chiude con una sconfitta la fase a gironi della coppa Europea. Ma i biancocelesti sono comunque già qualificati

Europa League - Atalanta - Olympique Lyonnais

Atalanta bella di Coppa. Anche il Lione deve inchinarsi

Quattro vittorie, due pareggi e il primo posto nel girone. La squadra di Gasperini va avanti alla grande in Europa League. E si candida al ruolo di sorpresa