Giovedì 31 Marzo 2016 - 16:30

Milan, Boateng: Ora siamo una squadra vera

Il centrocampista rossonero alla vigilia della sfida con l'Atalanta: Siamo più forti noi

Milan, Boateng: Ora siamo una squadra vera

"Penso che la partita a Bergamo sia molto difficile perché a casa giocano davvero bene, ma se giochiamo come sappiamo riusciremo a fare bene, dobbiamo vincere perché siamo il Milan e con tutto il rispetto per la Atalanta siamo più forti". Queste le dichiarazioni rilasciate da Kevin Prince Boateng in esclusiva a Milan Channel. "Sono diverso da prima - ha aggiunto -, oggi sono più razionale, sto cercando di trovare un giusto equilibrio tra com'ero prima e come sono adesso. Sono stato sempre protagonista e ho sempre giocato titolare, quindi questo è un momento particolare per me ma io penso sempre alla squadra, ad esempio prima del derby ho passato tutta la settimana ad incitare i miei compagni. Ho trovato una squadra un po' insicura perché è normale che succeda quando non si vince sempre, ma siamo cresciuti tanto e ora vedo una squadra giovane ma soprattutto una squadra e questo è importante. Posso garantire che siamo una squadra vera, nonostante quello che dicono in giro". Per quanto riguarda il modulo del Milan, "per un allenatore è un vantaggio avere un giocatore come me perché posso giocare in più ruoli, ma se dovessero chiedermi di scegliere nel 4-4-2 il mio ruolo, io direi seconda punta, ma ho parlato con il mister e sono a sua disposizione per quello che mi richiede. In una partita come una finale non hai bisogno di grandi discorsi perché sono tutti carichi dalla settimana prima".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Lazio - Napoli

Napoli, Sarri e la Champions League: "Con lo Shakhtar conta solo vincere"

Gli azzurri si preparano al tutto per tutto contro gli ucraini: dovranno vincere senza subire reti o con due gol di scarto

FIGC President Tavecchio looks on during a news conference in Rome

Da Opti Pobà, al Var, al flop Mondiale: si chiude era Tavecchio

I suoi tre anni di presidenza verranno ricordati anche per qualche gaffe

CONI - Stati Generali dello sport italiano

Figc verso il commissariamento. Tavecchio a Malagò: "Fatto grave"

Prosegue lo scontro a distanza tra il presidente dimissionario e il numero uno del Coni

Conferenza stampa sulle dimissioni di Carlo Tavecchio

Figc, Tavecchio si dimette e accusa. Si va verso il commissariamento

Il presidente uscente: "Contro di me sciacallaggio politico". Malagò: "Io commissario? Difficile" | La giornata in tempo reale