Mercoledì 16 Marzo 2016 - 17:00

Ue: Entro 16 maggio ricollocare almeno 20mila migranti

"La mancanza di volontà politica degli Stati è fattore principale del fallimento del piano"

Migranti cercano una nuova via per entrare in Macedonia

"La mancanza di volontà politica degli Stati membri è il fattore più importante del fallimento del piano di delocalizzazione dei migranti nell'Unione europea". Questa l'ammonizione della Commissione europea che emerge da un rapporto pubblicato oggi secondo cui solo 937 richiedenti asilo sono stati ricollocati rispetto ai 160mila promessi. Questo, riconosce la Commissione, mette a rischio la capacità del programma di diventare un'alternativa ai percorsi irregolari e pericolosi. L'obiettivo, secondo la Commissione, è che entro due settimane, entro il 16 aprile prima che venga pubblicato il prossimo rapporto mensile, debbano essere eseguiti almeno 6mila ricollocamenti e che per il 16 maggio venga raggiunto il numero compessivo di 20mila. Secondo Bruxelles entro settembre 2017 si devono attuare almeno 5.679 ricollocamenti al mese (187 al giorno).

Dei 937 migranti ricollocati nel 2015 569 arrivano dalla Grecia, 368 dall'Italia. Gli Stati membri che hanno accolto rifugiati dalla Grecia sono stati, secondo il rapporto: Francia (242), Portogallo (84), Finlandia (77), Olanda (48), Germania (37), Lussemburgo (30), Romania (15), Irlanda (10), Cipro, Lettonia, Lituania e Malta (6 ciascuno) e Bulgaria (2). I Paesi che hanno accolto migranti dall'Italia: Finlandia (96), Portogallo (65), Olanda (50), Francia (41), Svezia (39), Belgio (24), Germania (20), Spagna (18) e Malta (15).

"Il ritmo dei trasferimenti non è sufficiente - segnala la Commissione - Le operazioni potrebbero essere più veloci se gli Stati membri mantenessero realmente i propri impegni".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Blitz polizia a Nuneaton: liberi i due ostaggi, nessuna vittima

Il sequestratore sarebbe un ex dipendente della sala da bowling. Per la polizia non è terrorismo

Elezioni Giappone, Shinzo Abe verso la riconferma

Giappone, Abe vince elezioni anticipate nel giorno del tifone Lan

Maggioranza assoluta alla coalizione del governo secondo gli exit poll

Catalogna, Puigdemont: "Il peggior attacco dalla dittatura di Franco"

Dura la reazione del governatore dopo il commissariamento della regione

Repubblica Ceca verso destra: vince Babis, il 'Trump di Praga'

Repubblica Ceca verso destra: vince Babis, il 'Trump di Praga'

Avanza il partito xenofobo Spd che vuole uscire dall'Ue, crollano i socialdemocratici del Cssd