Domenica 16 Luglio 2017 - 13:30

Migranti, sindaci dei Nebrodi: Protestiamo ma non siamo razzisti

Una cinquantina di profughi sono stati sistemati in una struttura del territorio scatenando il malcontento

Migranti, sindaco di Castell'Umberto: Protestiamo ma nessuna rivolta, non siamo razzisti

"Non abbiamo fatto una rivolta, ma una protesta per evidenziare alcune criticità. Noi vogliamo un'accoglienza che segue alcuni requisiti, non siamo razzisti e non siamo violenti". Lo precisa Vincenzo Lionetto Civa, il sindaco di Castell'Umberto, nel messinese, che insieme ad alcuni concittadini ha bloccato l'ingresso a una struttura dove sono ospitati una trentina di migranti. "A questi ragazzi dico 'noi siamo con voi' - aggiunge -, tutti i sindaci della comunità dei Nebrodi sono disponibili a fare le cose in modo serio e non improvvisato". Domani si terrà un'assemblea di sindaci e cittadini dei Nebrodi, convocata proprio da Civa, per discutere della sistemazione dei migranti all'ex albergo 'Il Canguro'; una strttura, denuncia Civa, dichiarata da mesi inagibile, senza luce, con acqua fornita dal Comune di Castell'Umberto con morosità dal 2012. Per questo il sindaco si è accampato davanti all'ex hotel chiamando a raccolta concittadini e amministratori del territorio, lamentando di non essere stato consultato ma solo avvisato e tardivamente.

"Per forza in questa situazione sono dalla parte dei sindaci in rivolta. I numeri degli sbarchi sono tali che in un Paese normale farebbero mettere insieme tutti per affrontare un'emergenza... Se questo fosse un Paese normale", è l'affondo del segretario della Lega Matteo Salvini, che annuncia la sua presenza a Civitavecchia contro l'ipotesi che vengano fatte attraccare al porto navi con migranti.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Incontro nazionale di Campo Progressista

Centrosinistra, Fassino incontra Pisapia: "Significativo passo avanti"

Il leader di Campo progressista: "Prodi mi ha detto di proseguire il percorso per l'unità"

Ostia, ballottaggio M5S-Cdx tra allarme sicurezza e incubo astensionismo

Un voto che, a suo modo, rappresenta un test di rilevanza nazionale

Dibattito confronto tra le candidate presidenti del X Muncipio

Ostia,ballottaggio blindato ma si chiude senza big. Scintille Meloni-M5S

Al primo turno la candidata pentastellata Di Pillo è stata la più votata con il 30,21%, seguita da quella del centrodestra Picca con il 26,68%

Paolo Gentiloni e Walter Veltroni alla presentazione del libro "Quando"

Gentiloni: "Il centrosinistra sia largo e unito"

Il premier avverte: "Rifugiarsi nella nostalgia del passato è un rischio drammatico"