Giovedì 22 Giugno 2017 - 07:45

Migranti ridotte in schiavitù e fatte prostituire: cinque arresti

Le ragazze arrivavano dalla Nigeria a Lecce sui barconi salpati dalla Libia

203° anniversario della fondazione dell'Arma dei Carabinieri

I militari del nucleo investigativo del comando provinciale e della sezione anticrimine di Lecce stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa su richiesta della locale procura distrettuale antimafia, nei confronti di 5 cittadini nigeriani indagati per associazione finalizzata alla riduzione in schiavitù a fini sessuali, tratta di persone, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e sfruttamento della prostituzione

Al centro delle indagini dei carabinieri un sodalizio criminale transnazionale radicato in Nigeria, con cellule operative in Libia e in diverse aree del territorio nazionale, dedito alla riduzione in schiavitù e tratta di ragazze destinate al mercato della prostituzione, assoggettate alle madame nigeriane, fatte giungere in Italia a bordo di barconi stipati di migranti e salpati dalle coste libiche alla volta della Sicilia.

Sono state documentate, in particolare, le modalità attraverso le quali numerose giovani nigeriane ospitate nei centri accoglienza, ottenuto il permesso temporaneo di soggiorno, dopo essersi allontanate venivano tempestivamente 'recuperate' da componenti dell’organizzazione malavitosa con i quali erano in costante contatto, ed avviate allo sfruttamento sessuale. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Parma, l'Ospedale Maggiore dove è morto Toto Riina

Taranto, carabiniere uccide sorella, cognato e padre e si spara: è grave

La tragedia è avvenuta in una strada centrale del paese, a Sava. Lite in famiglia: il militare è in fin di vita

Papa Francesco all'Udienza Generale del mercoledi' in Piazza San Pietro

Papa: "La scienza ha dei limiti da rispettare. Serve responsabilità etica"

Il pontefice all'udienza ai partecipanti alla Plenaria del Pontificio Consiglio della Cultura: "Tutti devono beneficiare del diritto alla tutela della salute"

E' morto Toto' Riina il 'capo dei capi'.Aveva 87 anni

Morte Riina, autopsia a Parma. La figlia ai cronisti: "Rispettate il dolore"

Le condizioni del boss si erano aggravate dopo due interventi chirurgici

Precipita un ultraleggero, due morti

Roma, precipita ultraleggero: morto il pilota

L'incidente a Pomezia. Sul posto i vigili del fuoco