Venerdì 19 Febbraio 2016 - 06:45

Renzi: Stop a fondi a chi non accoglie. Ungheria: Ricatto politico

La replica alle parole del premier arriva dal portavoce del governo dell'Ungheria, Zoltan Kovacs

Matteo Renzi al Consiglio europeo

"Passi avanti timidi sull'immigrazione, qualche passo indietro sull'accordo inglese". Così, alle due e mezza del mattino, il premier Matteo Renzi riassume la prima giornata di vertice europeo. La cena di lavoro dedicata alla crisi migratoria è durata sei ore. La discussione è stata piuttosto accesa. Al banco degli imputati l'Austria, con il suo annuncio di voler introdurre controlli alle frontiere e quote agli ingressi. Ma tiene banco anche l'attacco a chi vuole fondi senza poi accogliere. E' lo stesso Renzi a lanciarlo, raccogliendo in mattinata la replica unghese.

L'AFFONDO DI RENZI Se Renzi infatti si è mostrato comprensivo verso l'Austria  sottolineando che che Vienna si trova in "una posizione che è comprensibilmente molto difficile" perché "l'Austria oggi ha più richiedenti asilo dell'Italia in termini assoluti, ed è un Paese decisamente più piccolo e meno popoloso", molto meno lo è nei confronti dei Paesi dell'Est Europa, riottosi ad accettare i ricollocamenti. "Cari amici - avrebbe detto nel corso della cena - basta con le prese in giro. Da un anno vi diciamo che questo problema riguarda tutti. Mettiamola così: la solidarietà non può essere solo nel prendere". E avrebbe lanciato una minaccia: "Inizia adesso la fase della programmazione dei fondi 2020. O siete solidali nel dare e nel prendere. Oppure smettiamo di essere solidali noi Paesi contributori. E poi vediamo". Una sferzata sulla quale avrebbe raccolto il consenso di Francia e Germania.

LA REPLICA UNGHERESE La minaccia dell'Italia di tagliare i fondi Ue agli Stati membri dell'est è un "ricatto politico". È quanto ha detto il portavoce del governo dell'Ungheria, Zoltan Kovacs, secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa ungherese Mti. Il portavoce dell'esecutivo ungherese ha ribadito la posizione che Budapest ha da tempo, cioè che a suo parere in Europa non c'è spazio per le quote di ricollocamenti per costringere gli Stati membri a farsi carico di un certo numero di rifugiati.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

HUNGARY-EUROPE-MIGRANTS-EU-VISEGRAD-V4

Migranti, Visegrad-Austria: "Rafforzare frontiere Ue". Ma distanza su quote

I quattro Pae4si boicotteranno il mini-summit di domenica in vista del Consiglio europeo del 28-29 giugno

Trump presenzia a un evento in onore delle madri e spose soldato

Bimbi migranti separati dalle famiglie, Melania Trump al confine tra Messico e Usa

La First Lady è andata a vedere in prima persona una struttura che ospita circa 60 bambini di Honduras ed El Salvador

Gala omaggio della AFI al 46esimo premio alla vita di George Clooney

Migranti, da George e Amal Clooney 100mila dollari per i bimbi separati dalle famiglie

Sempre più celebrità si schierano contro la politica della 'tolleranza zero' di Trump

Messico-Usa, la "Viacrucis Migrante"

Migranti, Trump: "Firmato decreto per tenere famiglie unite"

La decisione dopo le polemiche sui bimbi separati dai genitori fermati per essere entrati illegalmente negli Stati Uniti