Venerdì 01 Aprile 2016 - 20:00

Migranti, ok del Parlamento greco all'accordo Ue-Turchia

Voti favorevoli della coalizione governativa formata da Syriza e Anel, nonché dei socialisti del Pasok e del partito centrista To Potami

Tsipras in Parlamento

Il Parlamento della Grecia ha approvato oggi la legge che riforma il processo di richiesta di asilo e regolamenta il ritorno dei migranti nei cosiddetti Paesi sicuri, fra cui la Turchia. Con i voti favorevoli della coalizione governativa formata da Syriza e Greci indipendenti (Anel), nonché dei socialisti del Pasok e del partito centrista To Potami, il Parlamento greco ha approvato il recepimento nella legislazione nazionale dell'accordo sui migranti fra Unione europea e Turchia entrato in vigore il 20 marzo. Per ottenere l'approvazione, il partito del premier Alexis Tsipras ha dovuto superare l'opposizione interna dal momento che molti deputati di Syriza avevano espresso reticenza sul fatto che la Turchia venisse considerato un Paese sicuro. Il testo della legge greca non definisce esplicitamente la Turchia un Paese sicuro, ma rimanda a una lista di Paesi sicuri che il Consiglio europeo non ha ancora elaborato. Il ministro greco dell'Immigrazione, Yanis Muzalas, ha assicurato durante il dibattito in Parlamento che l'accordo firmato tra Ue e Turchia per gestire la crisi dei rifugiati è il migliore possibile "date le circostanze", ma ha ammesso che "non si può sapere" se la Turchia rispetterà l'accordo o meno.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Catalogna, Puigdemont sospende l'indipendenza e apre ai negoziati Madrid

Catalogna, carcere ai leader indipendentisti Sanchez e Cuixart

Puigdemont: Sono detenuti politici. Il governatore glissa su indipendenza, ma Rajoy non ci sta

Malta, giornalista uccisa in esplosione auto. Premier: Voglio giustizia

Stava guidando verso Mosta quando l'auto è esplosa, la donna è morta sul colpo

Iraq, le forze di Baghdad prendono il controllo di Kirkuk: via bandiera curda

Iraq, le forze di Baghdad prendono il controllo di Kirkuk: via bandiera curda

I peshmerga: "Il governo pagherà un prezzo alto per aver fatto la guerra al nostro popolo"

Madrid, udienza per il comandante dei Mossos d'Esquadra catalani

Catalogna, procura chiede il carcere per il capo dei Mossos d'Esquadra

Josep Lluis Trapero è indagato per sedizione assieme all'intendente Teresa Laplana