Sabato 09 Aprile 2016 - 09:15

Migranti, naufragio nell'Egeo: morti 5 donne e un bambino

A poca distanza dall'isola di Samo, nell'Egeo. Altre cinque persone sono state portate in salvo

Sbarchi in Grecia: 5 morti

Non si ferma la strage nel mar Mediterraneo. Almeno cinque migranti sono morti in un nuovo naufragio nel mar Egeo, davanti le coste dell'isola Samo, in Grecia: secondo la guardia costiera le vittime sono quattro donne e un bambino. Il piccolo era stato trovato vivo, ma è morto poco dopo.
Un'imbarcazione di Frontex e una della guardia costiera hanno salvato finora cinque persone, due donne, due uomini e un bambino. I sopravvissuti sono stati portati sull'isola in stato di shock, quindi per ora non si è potuto verificare se a bordo del gommone c'erano solo dieci persone, come affermato da alcuni dei soccorsi. L'operazione di ricerca è ancora in corso con la partecipazione di quattro navi di Frontex, uno della guardia costiera e un elicottero.
Finora quest'anno sono arrivati in Grecia 152.461 migranti e rifugiati, 366 sono morti nelle acque dell'Egeo, secondo i dati dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Trump parla all'Heritage Foundation President's Club a Washington

Le condoglianze di Trump alla famiglia del soldato ucciso: "Sapeva quel che faceva"

La frase rivelata da una deputata e smentita dal tycoon, è stata invece confermata dalla mamma del giovane morto in Niger

Barcellona, migliaia in piazza per liberazione leader indipendentisti

Catalogna affronta ultimatum. Rajoy: "Puigdemont mostri buonsenso"

Il leader catalano pronto a dichiarare l'indipendenza se Madrid farà ricorso all'articolo 155. La scadenza è alle 10 di giovedì 19

Marocco, re Mohammed VI: "Verso nuovo modello di sviluppo"

il Paese è pronto ad affrontare la sfida per adeguarsi alle esigenze attuali

Sparatoria a Baltimora: diverse persone ferite

Sparatoria vicino a Baltimora: diverse persone ferite

Varie scuole nella zona sono state isolate per precauzione