Mercoledì 26 Ottobre 2016 - 13:45

Migranti, caos e fiamme nella 'Giungla' di Calais

Il prefetto annuncia: "Lo sgombero è finito, evacuate 5mila persone"

Calais, migranti danno fuoco alle loro baracche prima di lasciare la Giungla

Caos e fiamme nella 'Giungla' di Calais. Un migrante siriano è rimasto leggermente ferito in seguito all'esplosione di bombole di gas nel campo, durante uno dei tanti incendi che si sono succeduti, secondo quanto riferito dai media francesi. Circa 30 roghi sono stati segnalati nel campo nelle ore della notte, ha fatto sapere Bfm Tv.

"Tra i migranti è usuale bruciare le tende quando vanno via", ha spiegato il prefetto di Calais, Fabienne Bucco, precisando che avvertimenti delle forze dell'ordine per evitare ciò sono stati invani.

Migranti, caos e fiamme nella 'giungla' di Calais

Intanto il prefetto ha annunciato inoltre che l'evacuazione del campo è terminata. "È la fine della 'giungla'. Il nostro compito è finito", ha affermato.

Da lunedì, ha spiegato Buccio, oltre 5mila migranti tra adulti e bambini sono stati trasferiti nei 450 centri di accoglienza in tutto il Paese. Allo stesso tempo, le operazioni di smantellamento delle tende e delle baracche, iniziate ieri pomeriggio, stanno continuando.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Addio Liliane Bettencourt, signora dei trucchi e donna più ricca del mondo

Figlia unica del fondatore del marchio di cosmetici L'Oréal, ne era la principale azionista

Catalogna, Guardiola: "Vogliamo solo votare, si tratta di democrazia"

Catalogna, Guardiola: "Vogliamo solo votare, si tratta di democrazia"

"Il popolo catalano ha mostrato una grande educazione civica ancora una volta"

Ryanair, voli cancellati in tutta Italia

Ryanair, O'Leary offre di più ai piloti per saltare le ferie

L'a.d. della compagnia mette sul piatto altri 10mila euro. Vuole evitare la cancellazione di oltre 2.000 voli. I consumatori chiedono sanzioni

Papa Francesco nell'Udienza Generale del mercoledì

Pedofilia, tolleranza zero Bergoglio: "Chiesa in ritardo, mai grazia"

Francesco ha incontrato anche la Commissione Antimafia italiana parlando di corruzione, e tutela dei testimoni