Lunedì 14 Marzo 2016 - 17:30

Migranti, 40 reporter fermati a confine macedone

Tra loro anche un fotoreporter di LaPresse, erano al seguito dei profughi che hanno attraversato senza autorizzazione la frontiera con la Grecia

Idomeni, migranti tra i campi tentano di attraversare il confine tra Grecia e Macedonia

La polizia macedone ha arrestato un gruppo di circa 40 giornalisti europei al confine, tra cui un fotografo di LaPresse, per "ingresso illegale" al seguito dei migranti che hanno attraversato senza autorizzazione la frontiera con la Grecia. Lo ha fatto sapere lo stesso fotoreporter di LaPresse che è tra gli arrestati e che attualmente si trova al commissariato di Gevgelija, in Macedonia. I reporter dovranno pagare una multa di circa 200-250 euro e riceveranno probabilmente il foglio di via. I giornalisti sono arrivati in Macedonia al seguito di circa mille profughi, ha raccontato, che dal campo profughi di Idomeni hanno percorso una strada secondaria e guadato un fiume.

In territorio greco, i profughi sono stati bloccati da agenti che li hanno poi lasciati proseguire sino alla fine della barriera metallica. "Eravamo una quarantina di giornalisti assieme ai migranti, siamo stati fermati dai militari macedoni che ci hanno sequestrato le macchine fotografiche e trasferiti, prima a un posto di polizia e poi al commissariato di Gevgelija, dove siamo ora", ha raccontato il fotografo.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Fbi: Hacker Russia hanno attaccato cellulari Democratici

Fbi: Hacker Russia hanno attaccato cellulari Democratici

Presi di mira anche telefoni di parlamentari

'I miei amici sono..? Nessuno': il piccolo Chris commuove il web

'I miei amici sono..? Nessuno': il piccolo Chris commuove il web

Il compito in classe con la straziante risposta è stato postato su Fb e la storia è diventata virale

Esplosione in palazzina Bronx a NY: dentro c'era laboratorio droga

Esplosione in palazzina Bronx a NY: dentro c'era laboratorio droga

Nello scoppio un vigile del fuoco è rimasto ucciso

Bombe contro moschea a Dresda: per polizia atti xenofobi

Bombe contro moschea a Dresda: per polizia atti xenofobi

Al momento non c'è alcuna rivendicazione