Venerdì 10 Marzo 2017 - 20:30

Milano, Martina Levato in sciopero della fame per il figlio

Protesta non violenta alla sentenza di adottabilità

processo a Martina Levato e Alexander Boettecher

Dal 7 marzo 2017 Martina Levato ha iniziato lo sciopero della fame, attuato come forma di protesta non violenta alla sentenza di adottabilità del figlio, emessa dalla Corte d'Appello di Milano, in data 6 marzo 2017. Lo ha fatto saper il suo legale, Laura Cossar con una nota. "Dopo aver scritto al Ministro della Giustizia ed al Sommo Pontefice - si legge nella nota - , smettere di alimentarsi resta l'unico mezzo rimasto a questa mamma, per dare voce, dal carcere, al profondo dolore del distacco dal suo bambino, conseguente alla violenta statuizione della Corte d'Appello. Martina Levato ricorrerà alla Suprema Corte di Cassazione ed alla Corte di Strasburgo, per la palese e grave violazione dei suoi diritti fondamentali di donna e di madre".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, processo a carico di Alexander Boettcher e Martina Levato

La Cassazione conferma: il figlio della coppia dell'acido si può adottare

Il bambino nato a Ferragosto del 2015 deve essere cresciuto da un'altra famiglia, soprattutto tenendo conto della "lunga detenzione" che aspetta la madre e il padre

Milano, ragazza violentata con la droga dello stupro: 3 arresti

A nove mesi dall'aggressione i tre colpevoli in manette

Veronica Lario

Divorzio da Berlusconi, Veronica Lario ricorre in Cassazione

L'ex moglie del Cavaliere non intende restituire i 45 milioni e non è d'accordo sulla riduzione dell'assegno di mantenimento