Domenica 22 Aprile 2018 - 13:45

Caldo, polverizzati record stagionali: il meteo del 22-23 aprile

Le previsioni per oggi e domani

Milano, arriva la primavera e il Parco Sempione si riempie

"Domenica di stampo praticamente estivo in molte delle nostre regioni per effetto dell'anticiclone che da giorni occupa gran parte del continente europeo e che sta facendo registrare temperature ben al di sopra della norma in molti Paesi (con punte vicine ai 30 gradi). In prossimità della Sicilia, però- affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo- persiste una debole circolazione ciclonica in quota (denominata "goccia fredda") che ancora domenica, prima di allontanarsi, sarà all'origine di qualche episodio di instabilità sull'isola. Nella prima parte della prossima settimana il sole e il caldo fuori stagione resteranno protagonisti in gran parte dell'Italia, con soltanto qualche temporale lunedì su Alpi e Nordest. La tendenza successiva vede persistere temperature oltre la norma probabilmente fino a fine mese, ma con valori più contenuti rispetto a quelli che si registrano in questi giorni. Alla fine di aprile l'alta pressione lascerà spazio a un flusso di correnti occidentali gradualmente più instabili".

NEI GIORNI SCORSI IN ITALIA POLVERIZZATI VARI RECORD DI MASSIMA PER IL MESE DI APRILE. Numerosi sono i record di temperatura massima per il mese di aprile battuti negli scorsi giorni in varie città italiane. In particolare, venerdì 20 aprile battuto il record a Genova con una massima di 28,8 gradi (precedente record: 27,2 gradi del 2007), a Venezia con 26.6 gradi (precedente record: 26 gradi nel 2000 e nel 2010), Grosseto con 29.4 gradi (precedente record: 28.4 gradi nel 2007), Trieste con 29 gradi (eguagliato lo stesso valore del 2000). Eclatante il caso di Pisa, che venerdì 20 aprile con 26.2 gradi ha battuto i 26 gradi toccati nel 2007 e ieri, sabato 21 aprile, ha ulteriormente battuto il record toccato il giorno precedente con una massima di 27 gradi.

PREVISIONI PER DOMENICA. Oggi ancora una giornata di sole in quasi tutta l'Italia, ma con la presenza in mattinata di addensamenti nuvolosi al Sud e sulle coste laziali. Qualche annuvolamento insisterà nel pomeriggio solo su Calabria, Sicilia e Appennino lucano e potrà essere accompagnato da brevi rovesci o temporali pomeridiani, specialmente nelle zone interne e sui rilievi dell'isola. Temperature senza grandi variazioni, con valori di diversi gradi al di sopra della norma, tipiche di inizio estate in molte regioni del Centro-Nord. Venti ovunque di debole intensità. La nostra previsione per domenica ha un Indice di Affidabilità medio al Sud (IdA 85), alto al Nord e al Centro (IdA 95).

PREVISIONI PER LUNEDÌ. Lunedì tempo soleggiato con qualche nuvola di passaggio in Liguria, Emilia Romagna e al Centro-Sud. Un po' di nuvole in transito nel resto del Nord, in particolare nella seconda parte della giornata e sul settore alpino. Verso sera qualche rovescio o temporale in sviluppo nelle zone di confine, sulla Valle d'Aosta, sulla Valtellina, tra il Trentino Alto Adige e l'alto Veneto, in trasferimento nella notte al Friuli Venezia Giulia. Temperature stabili o in lieve calo al Nord; per lo più in aumento invece al Centro-Sud. Venti sempre deboli.

LA TENDENZA PER IL RESTO DELLA SETTIMANA. Martedì il tempo tornerà a essere più tranquillo anche al Nord, con qualche addensamento soltanto sulle Venezie. Qualche pioggia sporadica al mattino sulla Venezia Giulia e, nel pomeriggio, sulle Prealpi venete. Al Centro-Sud ancora prevalenza di sole, anche se intervallato da qualche temporaneo e modesto passaggio nuvoloso nel settore peninsulare. Temperature stabili o in lieve aumento, venti moderati orientali nel canale di Sardegna, deboli altrove. Per mercoledì non si prospettano novità di rilievo: avremo un'altra giornata all'insegna del sole e del caldo fuori stagione. Da giovedì, invece, l'alta pressione comincerà ad arretrare in modo più significativo, con un ritorno di tempo più stabile nelle regioni settentrionali, in particolare tra le Alpi e il Triveneto, e sulla Sardegna. Nei giorni successivi andrà instaurandosi un flusso occidentale gradualmente più instabile, con un progressivo coinvolgimento anche delle altre regioni. Da un punto di vista termico, da metà della prossima settimana assisteremo a un ridimensionamento del caldo anomalo ma con temperature che si manterranno probabilmente fino a fine mese oltre la norma stagionale.
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Roberto Izzo in aula per deporre durante il processo per la strage di Piazza Loggia

Morte Corazzin, sindaco San Vito al Tagliamento: "Verità per Rossella"

Parla Antonio Di Bisceglie, primo cittadino del Comune dove viveva la 17enne che, secondo la testimonianza del Angelo Izzo, sarebbe stata rapita e uccisa da un branco di giovani

Vigili del Fuoco controllano la facciata della Biblioteca Civica Centrale

Roma, giù dal cavalcavia dell'A24: morti suicidi due fratelli gemelli

È successo sull'autostrada Roma l'Aquila, subito dopo Tivoli. Avevano 56 anni

Valanga in Valmalenco, morti due scialpinisti

Trento, valanga travolge un gruppo di scialpinisti: recuperati 3 feriti gravi

Mentre salivano in cordata il canalone Breloni, a San Martino di Castrozza, sono stati investiti da una placca di neve staccatasi dalla parete

Ritardi partenze treni direzione nord Italia

Sciopero treni 26-27 maggio: possibili disagi per i viaggiatori

Tre le mobilitazioni: due di Cat per il rinnovo dei contratti, l'altra di Orsa dopo l'incidente ferroviario nel Torinese