Mercoledì 22 Marzo 2017 - 12:30

Meret: Sono pronto alla rivalità con Donnarumma

Il portiere della Spal convocato da Ventura in Nazionale

Meret: Sono pronto alla rivalità con Donnarumma

 "Sono pronto alla rivalità con Donnarumma". Parole del neo 20enne Alex Meret da poco convocato dal ct Ventura nella Nazionale maggiore. Il portiere della Spal avrà il avrà il privilegio di festeggiare a Coverciano insieme al suo idolo Gianluigi Buffon e al giovane collega Gianluigi Donnarumma, con il quale presumibilmente si contenderà la maglia da titolare dell'Italia in futuro. Il rossonero "è un grandissimo portiere, ha già dimostrato di essere ad altissimi livelli. Io questo non l'ho ancora dimostrato, ma pian piano farò anch'io il mio percorso di crescita", le parole di Meret riportate dal sito della Uefa. "Di solito le rivalità sono utili perché ognuno spinge l'altro a essere migliore". Parlando di sé, spiega: "Sono un portiere abbastanza completo, anche se devo migliorare un po' su tutti gli aspetti perchè sono giovane e devo acquisire esperienza. L'etichetta da predestinato fa piacere, perchè è un attestato di stima. Ma bisogna pensare solo a lavorare per migliorarsi, e i risultati poi arrivano".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

GER, FC Bayern Muenchen vs SG Sonnenhof Grossaspach

Calciomercato, Inter-Barça accordo per Rafinha. Chelsea su Dzeko e Emerson

Il Napoli continua a pensare a Matteo Politano del Sassuolo. Tra gli allenatori Prandelli ha chiuso l'esperienza negli Emirati Arabi

Barcellona vs Deportivo La Coruna - Liga 2016/2017

Calciomercato, Inter insiste per Rafinha. Walcott all'Everton

Dopo l'arrivo di Lisandro Lopez Suning, il direttore sportivo vuole regalare un altro rinforzo a Luciano Spalletti

Champions League - SSC Napoli vs Feyenoord

Calciomercato, Napoli: Deulofeu scende, Politano sale. Maksimovic la chiave

Dopo il rifiuto di Verdi non resta che virare su altri obiettivi

Morte Ciro Esposito: 'Ciao eroe', striscione davanti autolavaggio dove lavorava

Calciatori nel mirino dei violenti. E il razzismo è l'arma prevalente

Uno studio dell'Osservatorio dell'Aic. Spesso sono gli stessi sostenitori della squadra a minacciare. Intimidazioni in lieve calo. Tommasi: "Restiamo in guardia"