Martedì 06 Giugno 2017 - 07:30

Melbourne, terrorista uccide un uomo e prende donna in ostaggio

Isis rivendica.L'attentatore, un 29enne di origini somale, è stato abbattuto dalla polizia. Il premier Turnbull: Crimine codardo

AUSTRALIA-MELBOURNE-HOSTAGE

Lo Stato islamico ha rivendicato l'attacco a Melbourne, in Australia, dove un terrorista ha preso in ostaggio una donna e ucciso un uomo nel quartiere di Brighton, e ha sparato contro tre agenti, prima di essere ucciso. "L'attacco a Melbourne, in Australia, è stato realizzato da un soldato dello Stato islamico in risposta agli inviti a prendere di mira gli Stati della coalizione" anti Isis, ha fatto sapere l'agenzia di stampa Amaq legata allo Stato islamico.

L'attentatore, Yacqub Khayre, 29enne di origini somale, è stato abbattuto dopo aver ucciso un uomo nell'atrio di un condominio e aver tenuto una donna in ostaggio per ore. I tre agenti coivolti nella sparatoria sono rimasti feriti, ma non si trovano in pericolo di vita. Khayre, secondo quanto confermato dalle stesse forze dell'ordine, aveva una lunga storia criminale e una condanna alle spalle.

"Il terrorista era un noto criminale, appena rilasciato con la condizionale. É un attacco sconvolgente e codardo", ha dichiarato il primo ministro australiano Malcolm Turnbull, spiegando che la polizia sta affrontando l'attacco a Melbourne come un "atto di terrorismo" dopo la rivendicazione dell'Isis.  Durante il sequestro, il killer ha telfonato alla tv locale Channel Seven e dichiarato: "Questo è per l'Isis, questo è per Al Qaeda".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

US President Trump holds a cabinet meeting

Usa, Fbi sequestra audio di Trump su pagamento a ex modella di Playboy

A dare lo notizia è il New York Times: si tratta della registrazione di una conversazione tra il presidente Usa e il suo avvocato

Germania, accoltella passeggeri sul bus: arrestato l'assalitore

Germania, 9 feriti su un bus a Lubecca: arrestato l'assalitore

Non c'è nessuna vittima, ma una persona è in gravi condizioni