Venerdì 08 Aprile 2016 - 19:00

Mediaset vende Premium a Vivendi, sale a 3,5% di francesi

Previsto anche uno scambio di azioni reciproco che porterà entrambi i gruppi a detenere il 3,5% dell'altro

 Mediaset vende Premium a Vivendi, sale a 3,5% di francesi

"Abbiamo raggiunto un accordo con Vivendi". Lo ha detto il vicepresidente di Mediaset Pier Silvio Berlusconi al termine del Cda nel quale i due gruppi hanno stabilito lo scambio reciproco di un pacchetto azionario del 3,5% e il passaggio di Mediaset Premium al colosso francese.
 

"A chi si chiede se questo è un primo passo per la famiglia Berlusconi per un disimpegno dal mondo dell'editoria e dai media, la risposta è assolutamente no, tutt'altro. La volontà è quella di investire e spingere e lo dico con convinzione totale". Lo ha detto il vicepresidente e ad di Mediaset Pier Silvio Berlusconi, che ha definito l'accordo tra Vivendi e Mediaset "il primo passo verso un'apertura europea".

L'ACCORDO.  Mediaset e Vivendi hanno raggiunto un accordo "strategico industriale" che include la vendita della quota del Biscione nella pay-tv Mediaset Premium. Lo annuncia una nota. Come previsto l'accordo prevede anche uno scambio di azioni tra Vivendi e Mediaset che porterà entrambi i gruppi a detenere il 3,5% dell'altro.
Le due società hanno inoltre deciso di "sviluppare una partnership industriale a livello internazionale, da una parte sviluppando insieme varie iniziative perla produzione e la distribuzione di ambiziosi contenuti audiovisivi, e dall'altra di creare una piattaforma globale televisiva OTT".
Con Mediaset Premium Vivendi "espande fortemente" la propria presenza e la pay tv europea, incrementando i propri clienti individuali a oltre 13 milioni "in un mercato italiano che offre importanti opportunità di crescita". Mediaset detiene l'89% di Premium, il resto della società della pay tv del Biscione è di Telefonica.

 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il "cavallo morente" simbolo della Rai in Viale Mazzini

Rai, Comitato Informazione Pubblica: "Graduatoria Concorso 2015 resti unico riferimento per le assunzioni"

"A due anni di distanza, ancora non è dato sapere come l'azienda intenda agire per assicurare la salvaguardia e il rispetto delle posizioni e aspettative sorte in capo agli idonei"

Nicola Assetta entra in LaPresse. Sarà vicedirettore e capo area video

Il direttore Vittorio Oreggia: "Continua l'opera di espansione". Il presidente Marco Durante: "Il video è sempre più il nostro core business"

Tribunale di Torino condanna Blasting News a risarcire LaPresse

Il sito web sanzionato per l'utilizzo illegittimo di materiale fotografico

Mp&Silva, siglato nuovo accordo europeo per World Boxing Super Series

Mp&Silva, nuovo accordo europeo per World Boxing Super Series

Annunciata l'acquisizione dei diritti televisivi con RTL Netherlands e Arena Sport