Mercoledì 14 Dicembre 2016 - 21:45

Mediaset-Vivendi, Procura di Milano apre fascicolo per aggiotaggio

Berlusconi: Scalata ostile

Mediaset-Vivendi, Procura di Milano apre fascicolo per aggiotaggio

La Procura di Milano ha aperto un fascicolo contro ignoti per aggiotaggio, cioè per il tentativo di manipolare il mercato, in relazione alla vicenda Mediaset-Vivendi. Il passo, secondo quanto trapela da ambienti giudiziari, sarebbe seguito all'esposto presentato da Fininvest, dopo la scalata in Borsa da parte del gruppo francese guidato da Bollorè su Mediaset. A indagare sulla vicenda è il sostituto procuratore Fabio De Pasquale, capo del team milanese che si occupa di reati finanziari. 

Vivendi intanto ha raggiunto la soglia del 20% del capitale sociale di Mediaset. "L'acquisto di azioni Mediaset da parte di Vivendi, non concordato preventivamente con Fininvest, non può essere considerato altro che un'operazione ostile", la reazione di Silvio Berlusconi. "Il Governo monitorerà con attenzione l'evolversi della situazione", ha assicurato il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda.

LEGGI ANCHE 'Mediaset, Vivendi al 20%. Berlusconi: Scalata ostile. La Procura apre un fascicolo'

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Presentazione del XVI Rapporto annuale dell’INPS

Dl dignità, governo contro Boeri. Lui ribatte: "I dati non si fanno intimidire"

Il ministro del Lavoro si era scagliato contro le lobby che avrebbero modificato la relazione tecnica sul decreto

Imprese schiacciate dalla burocrazia: al Sud fino a 15 anni per iter fallimento

L'allarme di Unimpresa: "La lentezza della giustizia civile ha un peso enorme nell'andamento del nostro Pil"

Coldiretti spinge sui voucher e avvisa: "Nei campi 345mila stranieri regolari"

L'associazione chiede anche di eliminare l'embargo alla Russia. E sull'allarme listeria: "Estendere obbligo sull'etichetta di origine dei prodotti"

Banca d'Italia - relazione del governatore di Bankitalia all'Assemblea Ordinaria

Debito a livelli record. Bankitalia: "Servono conti pubblici credibili"

Toccati i 2.327,4 miliardi. Il ministro Tria: "Calo del debito non è in discussione, ribaltare tendenza"