Martedì 29 Novembre 2016 - 07:30

Media Usa: Lapo arrestato a NY per aver simulato sequestro

Secondo alcune testate americane avrebbe tentato di ottenere denaro dalla famiglia

Media Usa: Lapo Elkann arrestato a New York per aver simulato un sequestro

Lapo Elkann sarebbe stato arrestato e poi rilasciato dalla polizia di New York per aver simulato il proprio rapimento. A riportarlo sono alcune testate Usa, quali il New York Daily News, il Daily Beast e Hollywood Reporter. Il nipote di Gianni Agnelli e imprenditore di successo avrebbe passato due giorni con una escort consumando alcol e droga e, una volta finiti i soldi, avrebbe inscenato un rapimento per ottenere un riscatto dalla famiglia, di 10mila dollari. Quest'ultima si sarebbe rivolta alla polizia, che avrebbe organizzato un appuntamento per la consegna del denaro. Quando la coppia si è presentata per lo scambio, è stata fermata dagli agenti. Secondo i media americani, che citano fonti della polizia, a Elkann sarebbe stata consegnata una citazione in tribunale.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Attacco a Mogadiscio: salgono a 7 i morti, Al Shabaab rivendica

Attacco a Mogadiscio: salgono a 7 i morti, Al Shabaab rivendica

La stazione di polizia colpita si trova vicino alla via più affollata della città

L'idea di Trump: Pannelli solari sul muro al confine con Messico

L'idea di Trump: Pannelli solari sul muro al confine con Messico

Questa la strategia del presidente per recuperare i costi di costruzione

Regno Unito, Harry: Nessuno nella famiglia reale vuole essere re o regina

Regno Unito, Harry: Nessuno nella famiglia reale vuole essere re o regina

In un'intervista al magazine Newsweek ha anche criticato la decisione di costringerlo a sfilare dietro alla bara della madre Diana dopo la morte di lei nel 1997

Macron: Mia elezione inizio rinascita Ue, asse con la Germania

Macron: La mia elezione è inizio rinascita Ue, asse con la Germania

"Bisogna creare un'Europa che protegga, dotandoci di una vera politica di difesa e di sicurezza comune"